La Via Lauretana “incontra” il Giubileo

Statua-loretoFarà tappa a Loreto il prossimo 10 dicembre la Peregrinatio Mariae, il pellegrinaggio volto ad attualizzare la memoria del cammino di fede che da secoli unisce Roma, da sempre “cuore” della cristianità”, al primo santuario mariano delle Marche e d’Italia. Partita dalla chiesa di San Salvatore in Lauro di Roma – la chiesa dei marchigiani romani prescelta dalla Santa Sede come uno dei tre luoghi di raccolta dei pellegrini in cammino verso la Basilica San Pietro -, lo scorso 1° dicembre, dopo aver ricevuto la benedizione del Santo Padre, la statua della Madonna risalirà la cinquecentesca Via Lauretana attraverso le varie tappe del Lazio, dell’Umbria e delle Marche, fino alla città lauretana in occasione delle tradizionali celebrazioni della Venuta.


Il tragitto percorso ancora oggi venne tracciato nel lontano 1922 quando, a seguito dell’incendio che distrusse l’immagine della Madonna, la statua rinnovata fu ricondotta nel Santuario, per essere collocata di nuovo al suo posto. Il pellegrinaggio si snoderà nella nostra regione a partire da sabato 5 e domenica 6 dicembre, passando nei comuni di Fabriano e Camerino, per entrare nei giorni seguenti nelle province di Macerata e Ancona. Lunedì 7 dicembre è prevista la tappa nel comune di Tolentino. Alle 10, presso la basilica di San Nicola, è in programma un momento di preghiera con le scolaresche davanti la statua della Vergine, mentre, alle 17, dalla basilica stessa alla cattedrale di San Catervo prenderà il via la processione con la statua, cui seguirà la Celebrazione eucaristica presieduta dal vescovo Nazzareno Marconi. Martedì 8 la diocesi di Macerata-Tolentino-Recanati- Cingoli-Treia, insieme all’Arcidiocesi di Ancona- Osimo, accoglierà la Madonna nel capoluogo in occasione della festività dell’Immacolata Concezione. Il giorno successivo la statua transiterà nel comune di Recanati per arrivare infine, giovedì 10, nel Santuario internazionale della Santa Casa di Loreto. In occasione del Giubileo straordinario della Misericordia, concordata con la Santa Sede, la Peregrinatio Mariae – a cui hanno aderito la Conferenza Episcopale Marchigiana, presieduta dal cardinal Edoardo Menichelli, la Delegazione Pontificia di Loreto, rappresentata da mons. Giovanni Tonucci, in collaborazione con l’Opera Romana Pellegrinaggi, guidata da mons. Liberio Andreatta – è nata in armonia con gli auspici di mons. Rino Fisichella, presidente del Pontificio Consiglio della Nuova Evangelizzazione e coordinatore del Giubileo, nell’intento di inserire l’iniziativa nei cammini religiosi di rilievo nazionale.

Al sentimento religioso del cammino, il pellegrinaggio accompagna anche la contemplazione di un percorso artistico-culturale, dislocato proprio lungo il territorio, di un patrimonio tra i più belli d’Italia. Intitolato «La via lauretana da Roma a Loreto: tesori d’arte e di fede», il progetto, che affianca fede e tradizione, è curato dalle autorità ecclesiastiche interessate insieme a numerosi enti locali e pubbliche amministrazioni, quali il Distretto Culturale Evoluto, sostenuto dalla Regione Marche, nel quadro complessivo della promozione del turismo religioso.

Catia Carducci

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments