Sempre a caccia di volti, espressioni e paesaggi, il 2015 del Foto Cine Club «Il Mulino» di Treia si è concluso con un’emozione del tutto personale, visibile senza il bisogno di una camera oscura o, secondo i canoni moderni, di una qualche modifica con Photoshop o altri strumenti digitali. Lo scorso 19 dicembre, infatti, l’Associazione ha compiuto ben 40 di attività, celebrati all’interno della Sala consiliare del Palazzo comunale, luogo istituzionale per eccellenza, con la presenza del sindaco Franco Capponi e delle autorità cittadine. L’occasione ha consentito di ripercorrere le prime fasi del club, dalla sua fondazione alle prime attività, fino al resoconto dell’ultimo anno e i progetti per il 2016.

Il 25 agosto del 1975, 13 soci si impegnarono a riunirsi nei prossimi due anni e a versare la cifra simbolica di 1500 lire. Da allora sono passati 40 anni e i presenti, o i loro familiari per chi purtroppo è deceduto, sono stati premiati durante l’evento con un simbolico riconoscimento e la copia dell’atto costitutivo. I loro nomi sono: Giovanni Berardi, Luigi Taruschio, Giovanna Olivi, Letizia Balestra, Mario Santini, Filiberto Rabbiosi, Eusebio Pettinari, don Giuseppe Branchesi, Benito Lausdei, Carlo Palombarini, don Vittorio Fratini, Paolo Lausdei e Umberto Cervigni. L’incontro si è svolto anche a margine del rinnovo del Consiglio direttivo, che ha visto l’elezione alla presidenza del socio Mauro Salvatori, intervistato per Emmausonline.

Presidente Salvatori, quale legame unisce i soci del passato a quelli che attualmente consentono all’Associazione di proseguire nelle sue attività?
Oggi come allora, il nostro gruppo è composto da persone che condividono la passione per la fotografia, ma, allo stesso tempo, anche un’amicizia che è spesso nata anni prima, in ambiti diversi dalla fotografia. Il legante è certamente costituito da questi fattori, ai quali va anche a unirsi la volontà di essere artefici della divulgazione della cultura fotografica. Non bisogna dimenticare che se l’Associazione esiste da 40 anni è perché chi ne ha fatto parte ha sempre contribuito a mantenere vivo un preciso ideale culturale. Inoltre, il nostro circolo vuole offrire un servizio alla comunità, con una presenza costante a ogni evento che regola la vita sociale di Treia, acquisendo e archiviando immagini. Per questo, ci piace pensare che attraverso una più stretta collaborazione con le autorità cittadine si possa in futuro migliorare l’organizzazione dell’archivio stesso, con una maggiore fruibilità per tutta la popolazione.

Un fattore importante della sopravvivenza del circolo è stata anche la sua capacità di adattarsi ai mutamenti del tempo…
Vi è stata una evoluzione e un necessario adattamento alle nuove tecnologie, come rispetto all’introduzione dell’informatica e al passaggio epocale dall’analogico al digitale, con il pressoché definitivo accantonamento della pellicola e della camera oscura. Nel naturale adattarsi ai tempi, dunque, il circolo ha mantenuto e spera di mantenere a lungo quelle motivazioni e quell’entusiasmo trasmessi dai soci fondatori a prescindere dal mezzo o dagli strumenti a disposizione.

Quali prospettive immaginate per il futuro?
Nei prossimi mesi c’è la volontà di organizzare corsi base di fotografia, eventi e convegni con professionisti esperti in (corsi di 2° livello), così come di proseguire nelle nostre uscite fotografiche giornaliere o di più giorni e di sviluppare un progetto di allestimento di una sala posa. Inoltre, abbiamo in cantiere di organizzare alcune attività anche con i circoli fotografici dei paesi limitrofi. Il nostro scopo principale rimane, comunque, quello di farci conoscere e portare al nostro interno nuovi appassionati che, oltre che a voler imparare, possano soprattutto arricchire le nostre conoscenze.

Come si può diventare socio del Foto Cine Club?
Per chi fosse interessato, l’Associazione ha la sua sede sociale nel Centro storico di Treia, in corso Italia Libera n°16. Chiunque può aderire al circolo versando annualmente la quota sociale pari a 30 euro. La nostra riunione settimanale avviene ogni giovedì, alle ore 21.15, e ogni nostra attività viene regolarmente pubblicata sulla nostra pagina Facebook. Attualmente, oltre al mio incarico pro tempore alla presidenza, il Consiglio direttivo vede il socio storico Nazareno Crispiani alla vice presidenza e Andrea Cotica nel ruolo di segretario-tesoriere. Arianna Romagnoli si occupa dei social network e dei rapporti con gli organi d’informazione.

40 Anni Di Foto Cine Club «Il Mulino»

Flickr Album Gallery Powered By: Weblizar
Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments