La Diocesi e le unità pastorali

Le porte sante sono state aperte, a Roma e in tutto il mondo: il Giubileo straordinario della Misericordia non è più un programma ma un cammino avviato. Il nostro vescovo ci sprona a percorrerlo, a viverlo nella fedeltà del quotidiano. Con questo spirito hanno preso il via dal 19 dicembre i pellegrinaggi delle Unità pastorali verso la Basilica della Mater Misericordiae, al cui ingresso si trova la “Porta Santa” della nostra Diocesi, aperta il 13 dicembre scorso.

La prima unità pastorale a celebrare il rito della via Crucis per le vie di Macerata è stata la numero 9, composta dalle parrocchie tolentinati di S. Catervo, Santa Famiglia e Spirito Santo; la processione è stata guidata da don Gianni Carraro. Poi domenica 20 dicembre è stata la volta della numero 10 che, sempre dalla vicaria di Tolentino, vede la collaborazione delle parrocchie San Francesco, Ss. Crocifisso, Santa Maria Delle Grazie, San Giuseppe e Santa Maria Maddalena ed è coordinata da don Andrea Leonesi. Lo scorso sabato, 9 gennaio, don Gabriele Crucianelli ha accompagnato le parrocchie del Centro storico di Treia, quella di San Lorenzo e Sant’Ubaldo (Leggi l’articolo). È stato rinviato a data da destinarsi quello dell’Unità che coinvolge le  parrocchia di Chiesanuova, Camporota, Santa Maria in Selva, Appignano e Grottaccia, perché il vescovo Marconi era impossibilitato a essere presente.

Forte la connotazione diocesana: tutti gli eventi rispondono al medesimo impianto. Il pellegrinaggio muove a piedi dai cancelli di Macerata e raggiunge la porta Santa. 14 le soste per pregare meditando le stazioni della Via Crucis. Alla guida sempre il vescovo Nazzareno che, in conclusione, celebra la santa Messa in cattedrale. L’evento è abitualmente preceduto da una celebrazione realizzata in parrocchia.

Questi pellegrinaggi sono momenti di condivisione mirati a vivere attivamente la prima parte dell’Anno Santo, ma sono anche i primi tasselli di un percorso che punta a far crescere la vita comunitaria delle parrocchie, sollecitate a una sempre più proficua collaborazione per ottimizzare i servizi ed evitare doppioni o sovrapposizioni.

Sono 20 le unità pastorali in cui, sperimentalmente, sono state raggruppate le parrocchie della Diocesi e in ognuna di loro è stato individuato un parroco che svolge le funzioni di coordinatore e un sacerdote responsabile della catechesi.

Qui di seguito trovate l’elenco dei prossimi pellegrinaggi con il dettaglio delle parrocchie che compongo le diverse unità pastorali (gli appuntamenti sono caricati anche nel calendario proposto nella nostra Home Page).

Sabato 16 gennaio, unità pastorale 13. Coordinata da Padre Roberto Zorzolo: comprende le parrocchie di Porto Recanati San Giovanni Battista, Preziosissimo Sangue, Santi Francesco e Eurosia (Bagnolo) e Santissima Addolorata (Recanati).

Domenica 17 gennaio, unità pastorale 6. Coordinata da don Marino Mogliani: comprende le parrocchie di Santa Maria Annunziata (Abbadia di Fiastra), San Lorenzo di Urbisaglia e San Donato (Colmurano).

Sabato 23 gennaio, unità pastorale 12. Coordinata da don Rino Ramaccioni: comprende le parrocchie di Recanati Cristo Redentore e San Filippo Neri (Chiarino).

Domenica 24 gennaio, unità pastorale 11. Coordinata da mons. Pietro Spernanzoni: comprende le parrocchie del centro di Recanati.

Sabato 30 gennaio, unità pastorale 14. Coordinata da don Pierandrea Giochi: comprende le parrocchie di Santa Maria Assunta (Montecassiano) e Santa Teresa del Bambin Gesù (Sambucheto).

Domenica 31 gennaio, unità pastorale 15. Coordinata da don Gianni Compagnucci: comprende la parrocchie di San Donato (Montefano), e quelle di Montefiore, Castelnuovo e Santa Maria della Pietà (Recanati).

Sabato 13 febbraio, unità pastorale 5. Coordinata da don Gennaro de Filippi. comprende le parrocchie Buon Pastore e San Francesco di Macerata.

Domenica 14 febbraio, unità pastorale 16. Coordinata da don Gianfranco Ercoletti: comprende le parrocchie di Montelupone San Firmano e Santi Pietro e Paolo. Unità pastorale 4. Coordinata da don Andrés Cruz: comprende le parrocchie di Le Vergini, SS. Sacramento e S. Madre di Dio di Macerata

Sabato 20 febbraio, unità pastorale 2. Coordinata da don Franco Palmieri: comprende le parrocchie di Macerata Santissimo Crocifisso (Villa Potenza) e Santa Maria della Pace.

Domenica 21 febbraio, unità pastorale 3. Coordinata da don Egidio Tittarelli: comprende le parrocchie di Macerata Immacolata e Santa Croce.

Sabato 27 febbraio, unità pastorale 17. Coordinata da don Roberto D’Annibale: comprende le parrocchie di Cingoli Santa Maria Assunta (Troviggiano), San Pietro Apostolo (Villa Torre), San Giovanni Evangelista (Villa Strada) e San Vittore e Corona.

Sabato 5 marzo, unità pastorale 7. Coordinata da don Roberto Angelucci: comprende le parrocchie di Pollenza Santa Maria Assunta e Sant’Andrea Apostolo.

Domenica 6 marzo, unità pastorale 18. Coordinata da don Patrizio Santinelli: comprende le parrocchie di Cingoli Santa Maria Assunta (cattedrale), San Nicolò da Bari (Moscosi), San Michele Arcangelo e Santa Elena (Avenale).

Sabato 12 marzo, unità pastorale 8. Coordinata da don Franco Pranzetti: comprende le parrocchie Sancro Cuore (Stazione Pollenza), Santa Famiglia (Casette Verdini), San Giuseppe (Sforzacosta) e San Vincenzo Maria Strambi.

Sabato 19 marzo, unità pastorale 1. Coordinata da don Gianluca Merlini: comprende le parrocchie del centro di Macerata e Sacro Cuore.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments