Festa a Fermo per la Polizia locale delle Marche

Premiati con un encomio gli agenti meritevoli

Grande partecipazione questa mattina, a Fermo, per la Giornata regionale della Polizia locale, dedicata al ruolo che svolge per la comunità, di servizio e tutela della sicurezza dei cittadini. Nel giorno San Sebastiano, patrono della Polizia locale, in tanti, da tutta la regione, insieme alle autorità si sono raccolti per un appuntamento dal carattere celebrativo, un’occasione di incontro e informazione sulle numerose attività svolte dagli agenti.

«Questa Giornata un’occasione preziosa per riconoscere il valore del lavoro svolto quotidianamente dagli operatori di Polizia locale– ha rilevato l’assessore alla Polizia locale e alle Politiche integrate per la sicurezza, Fabrizio Cesetti -, ogni giorno si prodigano con professionalità e abnegazione al servizio della collettività, con particolare attenzione alla sicurezza, che rappresenta un bene primario soprattutto per i meno garantiti».

Istituita con Legge regionale n. 1 del 17 febbraio 2014 («Disciplina in materia di ordinamento della polizia locale»), la quale prevede l’organizzazione di iniziative per approfondire tematiche relative alla sicurezza e all’educazione alla legalità, la Giornata è iniziata con la celebrazione della messa in Duomo. Dopo la deposizione della Corona al Monumento ai Caduti, le autorità si sono poi dirette a Palazzo dei Priori. La cerimonia ha visto l’esecuzione di alcuni brani musicali, tra cui l’Inno d’Italia, da parte del coro del Conservatorio «G.B. Pergolesi» di Fermo.

Grande partecipazione al Palazzo dei Priori di Fermo

A ricevere gli encomi regionali sono stati Enrico Burbuglini e Nicola Burbuglini, del Comune di Porto Sant’Elpidio, «per aver rinvenuto, a seguito di perquisizione domiciliare, ingenti quantità di sostanze stupefacenti e per aver sventato un tentato furto mettendo gravemente a rischio la propria incolumità. In queste difficili operazioni di polizia giudiziaria, gli operatori hanno evidenziato elevate capacità professionali e non comuni capacità investigative».

Premiati anche Fabio Fioretti, Fabio Mainardi e Marino Baldoni del Comune di Jesi,«per aver sedato una violenta rissa presso un pubblico locale al fine di salvaguardare l’incolumità delle persone presenti e a scapito della propria, avendo riportato lesioni fisiche. In questo pericoloso intervento gli operatori si sono distinti per il notevole spirito di iniziativa e il generoso altruismo, nonché particolare determinazione operativa».

Gli agenti di Polizia locale premiati con un encomio
Alcuni degli agenti di Polizia locale premiati con un encomio per le loro operazioni contro l’illegalità

Infine, Luciano Buscarini e Barbara Ferraioli del Comune di Osimo, «per aver fermato con una non comune determinazione operativa e sprezzo del pericolo, nel corso di un ordinario pattugliamento del territorio, tre soggetti con gravi precedenti penali, e grazie a tale intervento l’Arma dei Carabinieri ha potuto espletare tutte le formalità necessarie per l’emissione del foglio di via dal territorio comunale».

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments