Sanità: continua il dibattito politico

In discussione il mantenimento dei servizi e l'entità dei tagli al nosocomio

Mercoledì 3 febbraio a Tolentino la sezione locale del Partito Democratico promuove un incontro pubblico per spiegare l’esito delle richieste avanzate al presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli, per la salvaguardia dell’ospedale locale:

  • Il mantenimento delle risorse attualmente destinate alla struttura di Tolentino senza produrre alcun taglio economico (la struttura di Tolentino costa alla Regione €.7.445.816);
  • il mantenimento di un Medico in Turno notturno, in aggiunta ai 2 Medici di Continuità Assistenziale (Guardia Medica) e al Medico Msa (ambulanza avanzata 118 con Medico e Infermiere) per garantire la risposta h24;
  • il mantenimento di 50 posti letto per lungodegenza e cure intermedie;
  • il mantenimento dell’attività ambulatoriale di Diabetologia con la istituzione di un centro di valenza regionale per i problemi dell’alimentazione;
  • la garanzia di poter continuare ad effettuare trattamenti chemioterapici consentendo il mantenimento dei 1500/1800 trattamenti che vengono garantiti annualmente;
  • l’incremento dell’utilizzo della strumentazione esistente (in particolare Tac e Mammografo), recuperando le specifiche vocazioni già ipotizzate: Tac Osteoarticolari a valenza di Av, mammografie programmate e screening mammografico;
  • l’impegno da parte dell’Asur a dotare la struttura di Poct (Point of Care Testing, che è un’analisi medica svolta in prossimità del sito di cura ed assistenza del paziente) contestualmente alla chiusura del Laboratorio Analisi, per garantire la tempestiva effettuazione delle analisi necessarie a contesti di urgenza (enzimi).

A tale proposta il sindaco Giuseppe Pezzanesi e il Gruppo “Uniti per l’Ospedale di Tolentino” hanno ribadito che: “La Sanità è un diritto tutelato dalla Costituzione, un argomento che riguarda l’intera collettività, non un affare da trattare a due senza interpellare gli altri interlocutori politici, sociali ed istituzionali.

Gli accordi carbonari appartengono a una politica vecchia che oggi la gente rifiuta perché vuole sapere cosa e come si fa, quanto si spende e dove va a finire quell’addizionale regionale che opprime gli stipendi senza alcun risultato. A chi interessa veramente il bene della comunità non serve esibire la massima carica regionale come un trofeo ma cerca di raggiungere l’obiettivo solo per il bene dei cittadini e non per la sua immagine ferita”.

Anche il coordinamento locale di Forza Italia ha chiesto al Sindaco di farsi promotore di un’iniziativa comune con altri sindaci del comprensorio, dichiarando: “Vedendo quanto sta accadendo in varie zone delle Marche, ci preoccupa altresì che la riforma abbia poi, in sede di applicazione definitiva, figli e figliastri, con concessioni una tantum senza apparenti criteri standard e generali.

Doveroso sarebbe quindi un confronto aperto e pubblico del presidente Ceriscioli anche con i Sindaci dell’Area vasta 3 come già fatto con il pesarese, perché la salute dei cittadini va tutelata alla stessa maniera da nord a sud, da est ad ovest.

Quanto a Tolentino siamo ben consapevoli che tante battaglie sono già state perse in passato ma oggi occorre maggior consapevolezza ed unità di intenti anche tra Sindaci, a tutela dell’intera provincia che sta diventando la cenerentola delle Marche, essendo l’unica a non avere in previsione la costituzione di un nuovo polo ospedaliero provinciale ma in agenda lo smantellamento dei vari plessi territoriali”.

Nel frattempo il presidente del Consiglio comunale della città, Mauro Sclavi, ha annunciato che è stato presentato un esposto al Tribunale per i diritti del malato: “Abbiamo già contattato il tribunale. La Sanità non è una questione politica, riguarda tutti… In questi giorni sono stati annullati circa 100 appuntamenti, prenotati da mesi, a causa del blocco del turnover degli anestesisti la cui presenza è indispensabile per lo svolgimento degli esami con il mezzo di contrasto, nella diagnostica a immagini”.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments