Figurine: con Footprint a Tolentino riparte il “celo manca”

Patrocinata dal Comune, l'iniziativa di Akinda Italia è dedicata alle società sportive locali

Inizia un nuovo anno e, come tradizione, sono immancabili gli album di figurine, specialmente quelli dedicati ai calciatori, presenti nelle stanze dei bambini italiani. Al grido di “celo, manca” ritorna un rituale fatto di “doppioni”, “scambi” tra amici e la caccia all’esemplare introvabile. Una tradizione nata nel 1960 grazie ai fratelli Panini, diffusasi in tutta la Penisola e fuori dai confini nazionali che, negli ultimi anni, ha trovato anche una sua declinazione locale.

In tal senso, la società milanese Akinda Italia ha riproposto, anche per il 2016, l’iniziativa Footprint, rivolta ai Comuni italiani e alle società sportive presenti nel territorio. Tra gli Enti aderenti figura anche il Comune di Tolentino e ciò consentirà di avere in formato tascabile il ritratto di tutti gli atleti delle Associazioni operanti nel territorio da racchiudere in uno speciale album (consulta il sito web e vedi il video).

Oltre al processo di produzione, lo scatto delle fotografie, la responsabilità connessa all’acquisizione delle liberatorie necessarie per le stesse immagini e la consegna degli album presso i centri di distribuzione locali (come le edicole e le cartolerie), Akinda si occuperà anche della messa in vendita al pubblico (non è previsto nessun onere né per il Comune, né per le società aderenti). All’interno dell’album sarà riservato un spazio di presentazione per ogni realtà sportiva coinvolta, con degli editoriali forniti dal Comune sulle attività socio-culturali, sui luoghi e sui monumenti più significativi della città.

Si tratta, dunque, di un’iniziativa che costituisce motivo d’interesse per la collettività tolentinate, in quanto finalizzata a documentare, attraverso lo strumento ludico della figurina, le attività delle diverse società, promuovendo la pratica dello sport presso le giovani generazioni.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments