Iniziata ad ottobre con artisti di spicco nel panorama musicale internazionale, prosegue a Macerata la stagione concertistica proposta dall’associazione musicale «Appassionata».

Con il concerto in programma domani, domenica 31 gennaio, alle ore 21 al Teatro Lauro Rossi, a salire sul palco maceratese sono due raffinatissimi interpreti della musica barocca di fama internazionale, Giovanni Antonini e Ottavio Dantone, pronti ad esibirsi in una performance di rara intensità e assoluto prestigio nel panorama della musica dal vivo in Italia.

e_-teatro-lauro-rossiL’evento, realizzato anche grazie al contributo di Antinori Assifin – Agenzia del Gruppo Zurich Italia, rientra nel cartellone dei Concerti di Appassionata, organizzati con il sostegno del Comune di Macerata, della Regione Marche, del MIBACT e di Società Civile – Eredi Cento Consorti, Lions Club Macerata Host, Mosca srl, Fineco, Menghi Shoes, BCC Recanati Colmurano e Zurich – Antinori Assifin, in collaborazione con Unimc, Abamc e Fondazione Carima.

Antonini ai flauti e Dantone al clavicembalo faranno vivere al pubblico l’emozione di un viaggio nella particolare musica del Seicento e del Settecento con brani di: Andrea Falconieri e la sua dolcissima «La suave melodia», Jacob van Eyck, Dario Castello, Francesco Mancini, Domenico Scarlatti, Arcangelo Corelli, Georg Friedrich Händel e Johann Sebastian Bach.

Giovanni Antoninni (Foto Marco Borggreve)
Giovanni Antoninni
(Foto Marco Borggreve)

Fondatore dell’ensemble Il Giardino Armonico, che dirige dal 1989 e con cui ha tenuto concerti in tutta Europa, Stati Uniti, Canada, Sudamerica, Australia, Giappone e Malesia, Giovanni Antonini collabora con artisti di notevole spessore, tra cui: Cecilia Bartoli, Isabel Faust, Viktoria Mullova, Giuliano Carmignola, Giovanni Sollima, Sol Gabetta, Katia e Marielle Labèque, Kristian Bezuidenhout. Noto per la sua raffinata interpretazione del repertorio classico e barocco, da diversi anni l’interprete è invitato a dirigere prestigiose orchestre, collaborando regolarmente con i Berliner Philharmoniker, il Concertgebouw di Amsterdam, la Tonhalle di Zurigo, l’Orchestra del Mozarteum di Salisburgo, l’Orquesta Nacional de Espana, la Gewandhaus di Lipsia, l’Orchestra da camera di Basilea. Dal settembre 2013, è inoltre direttore artistico del Festival Internazionale Wratislavia Cantans, in Polonia.

Ottavio Dantone (Foto Walter Capelli)
Ottavio Dantone
(Foto Walter Capelli)

Ottavio Dantone, invece, intraprende giovanissimo la carriera concertistica ed è il primo italiano ad aver ottenuto riconoscimenti a livello internazionale in ambito clavicembalistico. Dal 1996, è il direttore musicale dell’Accademia Bizantina di Ravenna che, sotto la sua direzione, si afferma come uno degli ensemble di musica barocca con strumenti antichi più accreditati nel panorama internazionale. Ultimamente, si è dedicato alla riscoperta di titoli meno eseguiti o in prima esecuzione moderna nei festival e nei teatri più importanti del mondo, tra i quali: Teatro alla Scala di Milano, Glyndebourne Festival Opera, Teatro Réal di Madrid, Opéra Royale Versailles, Opera Zurich e London Proms. Il 20 gennaio, inoltre, ha diretto l’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano nel concerto in memoria del M° Claudio Abbado.
I biglietti per il concerto – da 5 a 20 euro – sono in vendita: presso la biglietteria dei teatri in piazza Mazzini a Macerata (tel. 0733.230735), nel circuito regionale Amat e online su www.vivaticket.it. Per info: www.appassionataonline.it.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments