È ufficiale. Sarà Joan Baez l’attesissima ospite di Lunaria 2016, la manifestazione organizzata da Musicultura in collaborazione con il Comune di Recanati.

L’appuntamento è per il 16 luglio, come sempre in piazza Giacomo Leopardi. L’annuncio è stato dato quest’oggi nel corso di una conferenza stampa presso la Regione Marche, alla presenza del governatore Luca Ceriscioli, del sindaco di Recanati Francesco Fiordomo e di Piero Cesanelli, direttore artistico di Musicultura: nell’incontro, si è colta poi l’occasione anche per ribadire il sostegno a Recanati Capitale italiana della Cultura 2018.

Il governatore Luca Ceriscioli con Piero Cesanelli in conferenza stampa
Il governatore Luca Ceriscioli con Piero Cesanelli in conferenza stampa

Da più di venti anni, Musicultura sul palco di Lunaria riesce sempre a convincere il pubblico offrendo un ottimo connubio tra pentagrammi e note di poesia. Quest’anno lo fa scegliendo un’ospite d’eccezione come la Baez. Dopo aver ottenuto tutti i riconoscimenti più prestigiosi (ultimi dei quali il Premio Ordine delle arti e delle lettere in Spagna e la Legion d’onore in Francia), non è escluso che la benemerita cittadinanza venga offerta anche dalla città Leopardiana alla cantautrice e attivista statunitense (legata sentimentalmente a Bob Dylan), nota per il suo stile vocale, così come per il suo autorevole impegno nei diritti civili e nel pacifismo.

La Baez con Bob Dylan ai tempi della loro liason artistico-sentimentale
La Baez con Bob Dylan ai tempi della loro liason artistico-sentimentale

«Siamo veramente felici di trovare il presidente Ceriscioli e la Regione Marche al nostro Fianco, così come musicultura che ha un marchio di qualità di innovazione e di capacità di produrre, per quello che ha significato e ancora significa per la promozione della Cultura nel nostro territorio», sottolinea Fiordomo. «Partiamo con grande determinazione e con grandi speranze – aggiunge – sapendo che è un cammino complicato e difficile, raggiungere il risultato sarà arduo. Un obiettivo lo centriamo sicuramente: cioè, quello di portare avanti questo percorso per  fare di Recanati una città di cultura e di turismo, per far si che la cultura sia elemento educativo e sia un elemento di sviluppo economico ed occupazionale per i nostri giovani».

«Ci fa veramente piacere che Lunaria, dopo aver proposto per tanti anni il meglio della musica italiana da Gianna Nannini a Jovanotti , da Vecchioni a Paoli, da Vanoni alla Pfm, Jannacci, Il Banco e tanti tanti altri – afferma Piero Cesanelli – possa offrire anche presenze internazionali, come Salomon Burke e la Baez».

Solomon Burke a Recanati, quando, a sorpresa, si esibì sul palco con il vescovo emerito di Macerata, Claudio Giuliodori
Solomon Burke nel 2009 a Recanati, quando, a sorpresa, si esibì sul palco con il vescovo emerito di Macerata, monsignor Claudio Giuliodori

Ed è da questo evento musicale di notevole rilievo, inoltre, che può partire la candidatura di Recanati a capitale italiana della Cultura 2018. Non solo per Leopardi e Gigli e per l’eredità che Recanati ha sempre saputo custodire, ma anche per la forte capacità di iniziativa, in virtù del suo indiscusso patrimonio artistico e culturale.

Uno scatto dell'edizione 2013 di Lunaria
Uno scatto dell’edizione 2013 di Lunaria, con la piazza gremita

«Nella Regione, dunque, Recanati troverà un alleato convinto – conclude il presidente Ceriscioli -, perchè siamo consapevoli che si tratterebbe di un processo di rafforzamento dell’immagine di tutte le Marche. Conosco Lunaria e la qualità della sua proposta ventennale e la data del 16 luglio sarà un’occasione bellissima per ritornarci».

Sono soltanto quattro date in Italia per un grande tour mondiale che vedrà una grandiosa artista come Joan Baezcon la sua inseparabile chitarra, accompagnata da suo figlio Gabriel Harris alle percussioni, un favoloso polistrumentista ed una corista. Una serata che offrirà al pubblico presente, dai brani storici come We Shall Overcame, Blowing in the wind, The ballade of Sacco e Vanzetti, Grazias a la vida, alle ultime produzioni.

Inoltre, per la prima volta la rassegna di Lunaria si avvarrà di una biglietteria che sarà in funzione fin d’ora presso i punti vendita Viva Ticket e Ticket One in tutto il territorio nazionale, tramite il circuito Amat e, probabilmente, attraverso Nuova Banca Marche.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments