Il Museo della scuola «Paolo e Ornella Ricca» dell’Università di Macerata lancia una nuova iniziativa, denominata appunto «Express», per agevolare la visita da parte di bambini e insegnanti: il viaggio in treno. «Si tratta di una soluzione molto comoda ed economica, che potrebbe piacere anche ai più piccoli» sottolinea la direttrice Anna Ascenzi.

urlLa sede – al centro direzionale in via Carducci – si trova a soli 550 metri di distanza dalla ferrovia: in pratica, solo 10 minuti a piedi e due soli attraversamenti pedonali. Grazie alla tratta ferroviaria Macerata-Fabriano le scuole di Civitanova, Montecosaro, Morrovalle, Corridonia, Urbisaglia, Tolentino e San Severino possono raggiungere agevolmente il Museo.

Nato ufficialmente solamente nel febbraio 2010, il Museo della Scuola «Paolo e Ornella Ricca» di Macerata è il risultato di un progetto di più ampio corso, iniziato ormai alcuni anni fa, soprattutto per merito delle esposizioni curate dallo stesso Paolo Ricca, venuto a mancare il 31 dicembre 2015: è grazie al suo impegno costante nel corso di circa vent’anni, si legge in una nota a lui dedicata da parte dello staff della struttura, che «è stato possibile raccogliere e preservare l’ampio patrimonio di libri, quaderni, sussidi didattici e materiale scolastico d’ogni genere che ha costituito il nucleo fondamentale del Museo ad esso intitolato».

In seguito, è maturata la consapevolezza all’interno dell’Ateneo maceratese e delle autorità civili e politiche locali della necessità di allestire all’interno di uno spazio espositivo permanente i materiali della straordinaria collezione di materiali scolastici raccolta con impegno e passione negli anni dai coniugi Ricca, mettendoli a disposizione della cittadinanza e, in particolar modo, delle giovani generazioni.

imagesLa generosa “eredità” culturale ha quindi dato il via ad un virtuoso meccanismo di acquisizioni che, dal 2009 ad oggi, ha consentito al Museo della scuola di entrare in possesso con diverse modalità (donazione, deposito, comodato d’uso gratuito) di diversi fondi librari e documentari.

 

Con l’agevolazione «Express», per gli insegnanti il costo del biglietto ferroviario è intero. Per i bambini di 3 e 4 anni il biglietto ferroviario è gratuito, mentre per quelli dai 5 ai 12 anni è ridotto del 50%. Il biglietto per la visita al museo e per la partecipazione al laboratorio è di soli 2 euro, gratuito per gli insegnanti. I giorni dedicati alle scuole sono il lunedì e il martedì mattina.

La visita al Museo, inoltre, è arricchita da tanti laboratori, che possono essere scelti tra quelli proposti nell’offerta didattica disponibile sul sito: museodellascuola.unimc.it.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments