Giornata del malato: a Villa Cozza la sofferenza è una preghiera che sale a Dio

La celebrazione eucaristica è in programma alle ore 17.30 presso il salone della struttura

Negli occhi degli anziani, dei malati e di tutti gli operatori della Casa di cura Villa Cozza di Macerata sono ben presenti i numerosi incontri che il vescovo di Macerata, Nazzareno Marconi, dedica agli ospiti della struttura. Tra questi, quello riservato a pochi giorni dal suo arrivo in Diocesi. Il 31 luglio del 2014, è stato ben oltre un semplice gesto simbolico compiuto dall’allora nuovo pastore. Mons. Marconi volle far visita alla struttura, infatti, per far sentire immediatamente la sua vicinanza e rimarcare l’impegno e la responsabilità verso coloro che rappresentano ancora una risorsa, e non un peso, per la società e le nuove generazioni.

Cartoncino
Il messaggio del vescovo Marconi per la visita del 31 luglio 2014

“Nella mia esperienza di parroco ho sempre sperimentato che il letto di un malato è davvero un altare – scrisse il Vescovo nel messaggio consegnato agli ospiti di Villa Cozza -, dal quale, attraverso la sofferenza sopportata con fede, sale a Dio una preghiera preziosa per tutta la Chiesa“. Nella XXIV Giornata mondiale del malato, oggi, 11 febbraio, queste parole risuonano anche nella mente del cappellano della casa di riposo, don Euro Giustozzi, grato del sostegno dimostrato in questi anni dal vescovo di Macerata e ora intento nei preparativi odierni e per le celebrazioni pasquali.

Villa Cozza
Villa Cozza

“Alla funzione del mercoledì delle ceneri (ieri, 10 febbraio), seguiranno le liturgie della Chiesa per la Pasqua, così da far sentire sempre partecipi i nostri malati alla vita diocesana”, afferma don Euro. “Questo pomeriggio, alle ore 17.30 – continua il cappellano -, si svolgerà la Messa per le celebrazione della Giornata del malato. Molto importante, sarà poi la visita del vescovo Marconi in programma per il mercoledì Santo, il prossimo 23 marzo: alle 16 visiterà gli infermi per gli auguri della Pasqua e, alle 17, celebrerà l’eucaristia all’interno del salone. Il lunedì dell’Angelo avremo, invece, l’opportunità di stare insieme a don Pio Pesaresi, mentre, il 29 marzo, con don Egidio Tittarelli. Entrambi celebreranno la Messa, dimostrando, ancora una volta, la loro vicinanza e quella di tutta la comunità ai malati di Villa Cozza”.

 

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments