Dopo il sold out del concerto di esordio di sabato 30 gennaio con lo strabiliante quartetto di Fabrizio Bosso (leggi Qui il servizio), oggi, venerdì 12 febbraio, ecco la nuova data da non perdere per Macerata Jazz 2016.

Stasera infatti, sempre al Teatro Lauro Rossi di Macerata, è in programma il secondo appuntamento della rassegna targata Musicamdo, fortemente voluta dal Comune di Macerata. A calcare il palco del teatro maceratese arrivano gli “enfant prodige” del jazz, i diciassettenni gemelli siciliani Giovanni e Matteo Cutello. Accanto a loro, un trio d’eccellenza composto dal contrabbassista Massimo Moriconi, dal batterista Massimo Manzi e dal pianista Seby Burgio.
Senza dubbio una serata speciale, che vede il quintetto alle prese con un omaggio al Premio Internazionale Massimo Urbani. Sia Seby Burgio che i fratelli Cutello, infatti, hanno visto riconosciuto il proprio talento sul celebre palcoscenico del premio tributato al grande sassofonista romano: il primo nel 2008, i secondi nel 2015, quando a presiedere la giuria del Premio c’era Enrico Rava.

I vincitori con Enrico Rava
I vincitori con Enrico Rava

Rispettivamente sax alto e tromba, i fratelli Cutello, sono balzati all’attenzione nazionale e internazionale per lo spiccato talento che manifestano già così giovani. Il «sax alla Charlie Parker» di Giovanni è stato notato anche dalla rivista «Musica Jazz», che lo premia attribuendogli un posto nella Top Jazz 2015. Umbria Jazz Winter a dicembre li chiama per aprire alcuni concerti e i fratelli raccolgono gli applausi di un pubblico entusiasta.
L’omaggio al Premio Internazionale Massimo Urbani, arrivato quest’anno alla ventesima edizione, prosegue anche al locale punto di riferimento del jazz maceratese, Il Pozzo, con il concerto delle 19 per il «Gusto del Jazz». Sarà l’Eml Trio di Emanuele Evangelista al pianoforte, Lorenzo Scipioni al contrabbasso e Michele Sperandio alla batteria ad affiancare una special guest giunta a Macerata direttamente dalla Capitale, il sassofonista Maurizio Urbani, fratello di Massimo al quale è dedicato il premio.
A sostenere la rassegna, oltre al Comune e all’assessorato alla Cultura, il Cappellificio Hats&Dreams di Montappone protagonista del progetto Jazz for Hats, Domizioli, Green Vision Ottica Pietroni e APM.

Il costo del biglietto intero è di 15 euro, ridotto 10 euro (compresi gli studenti Unimc e Unicam, e i soci del Marche Jazz Network.

Tutte le info su: www.musicamdo.it

jazz

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments