Famiglia: cuore e metodo della pastorale

Il prossimo 21 febbraio si terrà a Loreto presso il Centro Giovanni Paolo II, un convegno regionale dal tema “Famiglia: cuore e metodo della pastorale. Giovani e vocazione, fonte di speranza”. L’appuntamento viene organizzato dalla Commissione regionale di pastorale familiare in collaborazione con il Servizio regionale di pastorale giovanile e vocazionale e il Seminario Regionale Pio XI.

Prima ancora dell’esperienza di Firenze, la nostra Chiesa marchigiana ha avuto il dono di vivere il Convegno Ecclesiale di Loreto nel novembre 2013. Avvenimento forte e coinvolgente, che ha fatto incontrare i delegati diocesani permettendo tempi belli di condivisione e di comunione in cui le reti si sono allacciate, i racconti si sono fusi, le vite incontrate.

Nel dare continuità al Convegno di Firenze, si vuol fare memoria di Loreto 2013, mettendosi anche in ascolto del cardinale Menichelli, che in quanto padre sinodale nominato direttamente da papa Francesco, condividerà alcune suggestioni circa il Sinodo delle Famiglie cui ha partecipato.

Quella del 21 febbraio vuol essere una proposta che chiede alla chiesa di fare famiglia, di adottare uno stile familiare. I partecipanti dopo le relazioni del mattino, tenute da don Francesco Pierpaoli (responsabile del Servizio regionale di pastorale giovanile) e don Luciano Paolucci Bedini (Rettore del Seminario Regionale Pio XI, di Ancona) si troveranno in piccoli gruppi di discussione, per confrontarsi, con uno sguardo pastorale ed esperienziale, su temi quali l’educazione all’amore, l’accompagnamento delle giovani coppie dopo il matrimonio, la formazione dei sacerdoti e la famiglia.

2016-02-21-Convegno-Regionale-Pastorale-Familiare (1)Quindi, al di là del tema, principalmente si vorrà fare esperienza di famiglia, riunendosi intorno al tavolo, con atteggiamento di accoglienza e in ascolto dell’altro, per dialogare e costruire nuove relazioni di fiducia. Ci si donerà del tempo, per sottolineare che è bello ritrovarsi per conoscersi e per camminare insieme, praticando strade nuove, che nascono dall’essere famiglia. Una grande “famiglia/chiesa” che si ritrova, una volta l’anno, per ascoltare e ascoltarsi.

Dai vari tavoli emergeranno anche delle proposte, sulla spinta di esperienze che le chiese locali vorranno condividere. Le buone pratiche saranno raccolte e presentate ai Vescovi delle Marche, come lavoro di sintesi del Convegno, con il desiderio di poter fornire loro una chiara fotografia della nostra grande famiglia ecclesiale.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments