Con la sua capacità di propagarsi nello spazio, è facile immaginare una musica che colmi la distanza tra Macerata e Città di Castello, tra le Marche e l’Umbria. Prima ancora che a pensarci siano le strade, poi, anche l’arrivo di mons. Nazzareno Marconi nella nostra diocesi, il 27 luglio 2014, ha sancito un legame che oggi va oltre il “buon vicinato”, accompagnato con canti di gioia e dalla sua volontà di essere in armonia con la sua storia personale e in sintonia con i maceratesi.

Tornando a una possibile colonna sonora di questo nuovo “incontro”, un elemento qualificante, lontano dall’essere voce solista, è il canto di Gesù. Dall’Alta Valle del Tevere fino alla nostra provincia, le sue note sono declinate in sentimenti di solidarietà e di condivisione per annunciare il messaggio evangelico grazie a un progetto promosso dall’associazione Città della Musica e che ha gettato le sue reti nelle nuove tecnologie.

L'affresco realizzato nel 1995 da Silvana Martinelli per l'auditorio dell'associazione Città della Musica
L’affresco realizzato nel 1995 da Silvana Martinelli per l’auditorio dell’associazione Città della Musica

«Silvana mi chiedeva spesso perché non iniziassi a scrivere, a cantare per Gesù». Queste le parole di Silvano Martinelli, nel motivare la scelta di «fare concerti per Gesù», come nelle volontà della sorella gemella, purtroppo salita in cielo molto presto. Da qui il progetto “Canto Gesù”, nato il 7 maggio 2001 per «far conoscere i doni che il Signore ha fatto a ciascuno di noi».

«Ho maturato questa scelta dentro di me, parallelamente al cammino di sofferenza che mi cresceva attorno, a causa del male incurabile che aveva colpito mia sorella – afferma l’autore del progetto -, dalla sua morte, tanti fratelli e sorelle in Cristo hanno deciso di condividere le loro capacità. Cantautori cristiani e diversi consacrati si sono così incamminati per le strade del web per “prendere il largo”, come indicato da san Giovanni Paolo II».

11057708_824042191024760_2690880714043300687_n“Canto Gesù” è un «progetto per tutti, nessuno escluso», da condividere gratuitamente, del quale fanno parte molteplici artisti (consulta il sito www.cantogesu.it) che condividono la loro musica attraverso tre canali: Verso Gesù (dove vengono proposti momenti quali l’Adorazione Web, il Vangelo del giorno e la Catechesi); Radio Gesù (una piccola web radio per l’ascolto integrale e gratuito dei canti cristiani); e Video Gesù (canale YouTube dove vi sono tre percorsi di visualizzazione come VideoCanto, VideoCatechesi e VideoCuore). Molto attive è aggiornate di frequente sono anche le pagina Facebook e Twitter dedicate al progetto.

«Internet può offrire opportunità magnifiche di evangelizzazione se utilizzato con competenza e consapevolezza della forza e della debolezze del mezzo – conclude Martinelli -, soprattutto rende possibile un primo incontro con il messaggio cristiano. In particolare verso i giovani, i più affascinati da questa nuova “finestra sul mondo”. Ed è per questo motivo che è importante escogitare modi pratici per aiutare coloro che entrano per la prima volta attraverso Internet a passare dal mondo virtuale a quello reale della comunità cristiana».

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments