Banca della Provincia: positivo il bilancio 2015

Continua l’espansione del personale, aumentato nell’anno di 6 unità (12% del totale), di cui 4 donne

La Banca della Provincia di Macerata ha chiuso l’esercizio 2015 con un utile netto di 1.107mila euro. Un risultato certamente soddisfacente in considerazione delle turbative di mercato che hanno caratterizzato l’intero 2015, nonché degli ancora elevati accantonamenti su crediti resisi necessari per adeguare i criteri di svalutazione degli assets alle migliori pratiche di settore. Ha influito sul risultato finale anche il contributo obbligatorio per la risoluzione delle note quattro banche, mentre il Roe si è attestato al 3,9%.

IMG_2383In estrema sintesi, i dati patrimoniali hanno registrato un rilevante incremento della raccolta diretta (+35,9 mln, pari al +17%) e un buon risultato degli impieghi economici, incrementatisi (al netto degli accantonamenti) per il terzo anno consecutivo (+4,6 mln, pari al +3,1%). La liquidità presenta indici di assoluta tranquillità di molto superiori ai limiti obbligatori da osservare dal 1° gennaio 2018. Il portafoglio titoli è aumentato di 21 milioni e ascende ora a 271 milioni di euro.

Il conto economico presenta diversi aspetti positivi e continua l’espansione del personale, aumentato nell’anno di 6 unità (12% del totale), di cui 4 donne. Il cost-income è comunque contenuto al 54,5%. La Banca, quindi, è in una situazione di solidità sotto i vari profili patrimoniali, reddituali, di liquidità, di qualità dell’attivo e organizzativi e può affrontare con tranquillità le nuove sfide di un mercato sempre più competitivo, ma anche sempre più selettivo nella individuazione delle realtà più affidabili.

A riprova di quanto detto, la Banca della Provincia di Macerata ha ottenuto 4 stelle su 5 nello studio di solidità e stabilità delle Banche realizzato da Altro Consumo Finanza, valutazione che tiene conto della stabilità patrimoniale, attraverso l’utilizzo degli indicatori Common Equity Tier 1 e Total Capital Ratio, e della trasparenza, premiando le banche che pubblicano i loro dati con maggiore frequenza rispetto all’obbligo di pubblicazione annuale.

Inoltre, la Banca della Provincia di Macerata continua a sostenere il mondo dello Sport e delle Associazioni Sportive Dilettantistiche, oltre alle diverse iniziative in capo sociale e culturale. Il Decreto Balduzzi, infatti, prevede da quest’anno l’obbligo per tutte le A.S.D. di dotarsi di defibrillatori semiautomatici esterni e di predisporre il personale all’utilizzo degli stessi durante le emergenze, in modo da svolgere in piena sicurezza la propria attività sportiva. L’importanza di avere a disposizione un defibrillatore automatico durante le manifestazioni sportive è provata da tempo. La letteratura scientifica ha dimostrato che, in caso di arresto cardiaco, un intervento di primo soccorso rapido ed adeguato può ridurre considerevolmente i rischi di decesso, poichè ogni minuto è di vitale importanza per salvare una vita.

In questa ottica la Banca della Provincia di Macerata ha deciso di aiutare e sostenere le società sportive del territorio erogando dei contributi per l’acquisto di un defibrillatore e per la formazione all’uso del macchinario. Le A.S.D. che hanno usufruito di questo beneficio sono: Polisportiva Macerata 90 (basket), Macerata Angels (baseball), Judo Equipe Macerata (judo), HelviaRecina 2000 Villa Potenza (pallavolo), Atletica Ama Civitanova (atletica leggera), Puma Volley Macerata (pallavolo), Anthropos Civitanova (polisportiva per diversamente abili).

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments