Moica Marche: sostegno linguistico con la Banca del tempo

A breve sarà aperta una nuova struttura anche ad Amandola

“Il tempo è denaro”, recita un vecchio adagio. Quale miglior suggerimento, dunque, se non quello di avere una banca a disposizione non del commercio o della finanza ma delle esigenze più prossime di una comunità. La Banca del tempo (Bdt) del Movimento italiano casalinghe (Moica) è un esempio di come si possa interpretare al meglio tale indicazione e mettersi così a disposizione del prossimo.

Elisa Cingolani
Al centro, la vice presidente nazionale del Moica Elisa Cingolani

Molti sono gli sportelli informativi presenti nelle Marche. Tra questi, di prossima apertura, farà parte anche quello di Amandola, ufficializzato nei giorni scorsi con l’incontro tra l’assessore locale Sara Cruciani, Simona Ambrosi, presidente Commissione Pari Opportunità del Comune, Denise Dimitri, responsabile dell’Ufficio turistico con la vice presidente nazionale del Moica Elisa Cingolani.

Alcune alunne del corso di italiano
Alcune alunne del corso di italiano

Presso lo sportello saranno attivi i corsi gratuiti di alfabetizzazione della lingua italiana, grazie alla presenza di adulti immigrati provenienti dal Marocco, Romania, Ucraina, Pakistan, Albania, Macedonia e Polonia e, come insegnanti volontari, Silvia Gatti e Antonio Canaparo. Il Moica Marche vanta un’esperienza pluriennale nel campo del sostegno linguistico e ha preparato un programma con argomenti che varieranno dal compilare un curriculum vitae e una lettera di presentazione ai principali elementi di grammatica (orale e scritta), dalla storia della letteratura italiana alla comunicazione, fino alla Costituzione e al lavoro e all’attualità.

Le stagiste del Moica
Le stagiste del Moica

«Materie che hanno l’obiettivo di facilitare l’integrazione sociale e culturale in una prospettiva di conoscenza, di confronto e di solidarietà – ha affermato la stessa Cingolani -, ricordando che presso la sportello della BdT è possibile trovare aiuto e sostegno momentaneo e alcuni servizi per anziani come il Telefono Amico, in questo periodocurato da tre studentesse del Liceo Artistico di Macerata, Alessia, Chiara e Greta, che, per il loro stage scolastico, hanno scelto proprio la nostra Associazione».

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments