La sedicenne Maria Chiara Cera si conferma ai vertici del nuoto italiano

L'atleta ha conquistato tre titoli italiani nei 50, 100 e 200 e stabilito il record italiano in vasca corta in tutte e tre le distanze.

Si dice che vincere sia difficile ma ripetersi ancora di più. Pertanto i complimenti sono doverosamente maggiori per Maria Chiara Cera, la piccola grande atleta non udente del Centro Nuoto Macerata. A distanza di un anno la sedicenne Cera infatti si è confermata ai vertici nazionali ai Campionati Italiani FSSI (Federazione Sport Sordi Italiana) tenutisi a Fabriano già sede dell’edizione 2015.

Maria Chiara ha dominato nelle gare a dorso, conquistando tre titoli italiani nei 50, 100 e 200 e stabilito il record italiano in vasca corta in tutte e tre le distanze. Record anche nelle staffette 4×50 e 4×100 stile e, a coronamento della prestazione incredibile, 3 bronzi nei 50 e nei 100 stile libero e nei 50 farfalla. Progressi così continui e notevoli che la Cera ha ora garantito il posto da titolare nelle staffette della nazionale Fssi.

Adesso gli obiettivi diventano più importanti e prestigiosi: nel prossimo autunno gli Europei che si terranno in Portogallo e nel 2017 i Deaflympics, giochi olimpici per non udenti. Inizia per lei, dunque, un lungo periodo di preparazione che la vedrà impegnata ai Campionati Italiani Fssi in vasca lunga nel mese di luglio e anche ai Campionati Regionali e Italiani di nuoto per salvamento della Fin, specialità in cui oltretutto gareggia con gli udenti.

Franco Pallocchini, allenatore del Cnm che cura la preparazione di Maria Chiara, auspica che i recenti risultati della sua atleta siano da stimolo per allenatori e società sportive ad approcciarsi ai ragazzi non udenti che vogliono fare sport senza pregiudizi di sorta.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments