Giornata della donna: due convegni in programma il 6 e 8 marzo

"Le donne incontrano la salute" e "Donne al via: non solo nella toponomastica", questo i temi delle giornate in programma presso la Sala Castiglioni della Biblioteca Mozzi-Borgetti

Il Consiglio delle donne di Macerata

A pochi giorni dalla Giornata Internazionale della donna dell’8 marzo, il Comune di Macerata promuove due incontri in collaborazione con il Consiglio delle donne e l’Osservatorio di genere. “Le donne incontrano la salute” e “Donne al via: non solo nella toponomastica”, questi i temi delle giornate di domenica 6 e martedì 8 marzo, in programma presso la Sala Castiglioni della Biblioteca Mozzi-Borgetti.

L'assessore Federica Curzi e la presidente del Consiglio delle donne Ninfa Contigiani
L’assessore Federica Curzi e la presidente del Consiglio delle donne Ninfa Contigiani

Domenica, alle 15.30, con il patrocinio dell’Asur-Area Vasta n. 3 di Macerata, il Consiglio delle donne organizza il convegno “Le donne incontrano… la salute”. Ai saluti iniziali del sindaco Romano Carancini e dell’assessore alle Pari opportunità Federica Curzi, seguirà l’intervento della docente Unicam e biologa nutrizionista, Rosella Sbarbati, su “Vegetarianesimo: la prevenzione a tavola”. Il dottor Luciano Latini, primario di Oncologia dell’Ospedale di Macerata, parlerà invece di “Alimentazione, attività fisica e prevenzione”, mentre la professoressa Rosita Gabbianelli, anch’essa di Unicam, interverrà sul tema “Nutrigenomica e salute: la prevenzione nelle scelte nutrizionali”. Infine, alle ore 17.30, circa, “Il benessere psichico delle donne: un viaggio nel labirinto della mente” sarà al centro dell’intervento di Rosanna Carassai, primario Psichiatria Asur Area Vasta 3 Macerata.

Coordinerà Ninfa Contigiani, presidente del Consiglio delle donne, e, durante il convegno, sarà possibile usufruire di un punto baby sitter.

Martedì 8, in occasione della Giornata della donna, alle ore 10.30, l’Osservatorio di genere organizza l’incontro “Donne al via: non solo toponomastica, ovvero la presentazione dei risultati e dei futuri sviluppi dell’iniziativa social di toponomastica femminile #leviedelledonnemarchigiane che ha dato visibilità alle figure femminili proposte per le intitolazioni di vie nelle città delle Marche.

Tra gli interventi previsti quello di Federica Curzi, di Claudia Santoni, sociologa dell’Osservatorio di genere, e di Silvia Alessandrini Calisti, webwriter dell’Osservatorio di genere.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments