“Una scelta in Comune”: 23 risposte positive alla donazione di organi

Primi risultati dopo l'adesione al progetto da parte dell'Amministrazione comunale

Un'immagine dell'incontro al centro di aggregazione Fonti San Lorenzo

Sono già 23 le risposte positive alla volontà di donazione di organi e tessuti espresse in occasione del rinnovo e rilascio delle nuove carte d’identità dall’ufficio anagrafe del Comune di Recanati. Il dato è emerso nel corso dell’incontro avvenuto questo sabato presso il Centro di Aggregazione Giovanile a Fonti San Lorenzo. L’iniziativa è stata promossa dall’Amministrazione comunale per illustrare il progetto “Una scelta in Comune” lanciato dalla Regione Marche, dalla FederSanità e dall’Anci. Il Comune di Recanati è stato tra i primi ad abbracciare il servizio di raccolta e trasferimento della dichiarazione di volontà a donare gli organi nel momento del rilascio o rinnovo del documento di identità.

L’adesione al progetto è arrivata subito dopo la fase sperimentale che ha coinvolto dapprima i Comuni di Ancona, Ascoli Piceno, Chiaravalle, Fabriano, Fermo, Pedaso, Porto Sant’Elpidio, San Benedetto del Tronto e Senigallia. A presentare il progetto sono stati il sindaco Francesco Fiordomo, il presidente provinciale Aido Elio Giacomelli, il presidente Aido Recanati Vitangelo Paciotti, la delegata alla Sanità Antonella Mariani e la responsabile trapianti dell’Area Vasta 3 Anna Monaco.

La procedura consente di raggiungere in modo progressivo e costante tutti i cittadini maggiorenni, invitati dall’operatore dell’ufficio anagrafe a manifestare il proprio consenso o diniego alla donazione sottoscrivendo un apposito modulo. Le espressioni registrate al Comune non vengono indicate sul documento di identificazione ma trasmesse direttamente e in tempo reale al Sistema Informativo Trapianti.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments