Memorial “Folchi Vici”: il Coro Sibilla conquista Passo di Treia

Nel suo quarantesimo, il gruppo si è esibito nello spettacolo "Voci nel vento"

Scriveva sant’Agostino: «Non si perdono mai coloro che amiamo, perché possiamo amarli in Colui che non si può perdere». Con questo spirito il Coro Sibilla di Macerata e la comunità passotreiese si sono stretti intorno alla famiglia dell’architetto Saverio Folchi Vici nell’anniversario della sua scomparsa (leggi qui la presentazione).

Coro Sibilla2 copiaSabato 12 marzo nella chiesa della Natività della Beata Vergine Maria di Passo di Treia, Folchi Vici è stato ricordato con una celebrazione eucaristica presieduta dal parroco don Ariel e con un concerto “Voci nel vento” tenuto dal Coro Sibilla, di cui l’architetto è stato un corista attivo per circa trentacinque anni. Le piacevoli e suggestive melodie sia durante la messa che al termine si sono diffuse tra le pareti di quella chiesa, frutto della capacità professionale di Saverio, alla cui realizzazione ha dedicato generosamente cura e passione.

L’attuazione di questo complesso, comprendente la chiesa, i locali parrocchiali, il sagrato e la piazza, ha sicuramente cambiato il volto della frazione, proiettandola verso uno sviluppo futuro, ed è «uno degli interventi più importanti attuati fino ad oggi nella Valle del Potenza per dare dignità al territorio», come annotò, nel 2011, il prof. Antonio G. Calafati nel suo studio sulla Valle del Potenza [1].

Consegna della targa copiaIl Coro Sibilla, di cui quest’anno ricorre il quarantesimo della fondazione, diretto dal M° Fabiano Pippa ha presentato alcuni brani, introdotti dal prof. Nazzareno Gaspari, scelti nel repertorio dei canti di montagna e moderni tra quelli che piacevano di più a Saverio che aveva militato tra gli alpini. Nel corso dell’esibizione, tra la commozione generale, sono stati ricordati anche i coristi defunti e un particolare pensiero è stato rivolto al compianto M° don Fernando Morresi, che animò il Coro e lo diresse fino al 1988, anno della sua prematura scomparsa. Il pubblico presente ha tributato una standing ovation finale e al termine gli amici hanno consegnato alla famiglia Folchi Vici una targa ricordo.

[1] CALAFATI A. G., La Valle del Potenza: organizzazione territoriale e sviluppo economico di un sistema periurbano, Camera di Commercio di Macerata, 2011, p. 60.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments