Loreto fa festa con i giovani, proponendo un appuntamento del tutto inedito. In occasione del 50mo anniversario di sacerdozio dell’arcivescovo prelato di Loretomonsignor Giovanni Tonucci, e in concomitanza con la Giornata della gioventù diocesanasabato 19 marzo, alle ore 21.15 presso il Centro Giovanni Paolo II andrà in scena il musical «Uomo tra gli uomini», uno spettacolo musicale scritto e diretto da Sabrina Moranti, in collaborazione con Danzarmonia Academy.

bara-woitilaRoma, piazza San Pietro, 2 aprile 2005: Giovanni Paolo II muore. Un gruppo di amici, i cui genitori avevano vissuto a fianco del Papa, allora professore e sacerdote in Polonia, si ritrovano la sera della veglia funebre.

Un salottino e un album di vecchie foto riannodano antiche amicizie e suscitano in essi il desiderio di raccontarsi… Attraverso il canto, le coreografie e la narrazione poetica e a tratti commovente, si snodano allora i racconti delle loro vite ordinarie divenute straordinarie realizzando, sull’esempio del Pontefice, «l’Impossibile».

La rivoluzione storica, sociale ed esistenziale apportata da San Giovanni Paolo, «viene esaltata con una trovata scenica attraverso l’opera persecutoria e la disfatta definitiva del suo antagonista: il personaggio del Male infatti, crudele, ironico e affatto grottesco, che intavola dialoghi con il pubblico attirandolo a sé come il più perfido dei seduttori, interrompe a più riprese lo snodarsi armonioso e lirico dell’opera raccontando e cantando la sua eterna e faticosissima missione: impedire la realizzazione dei piani di Dio sull’operato del “nemico bianco”, il Papa che ha combattuto e vinto la «buona battaglia della Fede, sulla vita dei protagonisti e, in maniera metaforica, su tutti gli uomini».

accessoriLe storie dei protagonisti raccontate nell’opera, dunque, si intrecciano con i momenti salienti del Pontificato di Karol Wojtyla e della storia dell’ultimo ‘900, mentre la figura di questo gigante della fede si staglia imponente sullo sfondo di un messaggio universale, che gli amici del salottino hanno inconsapevolmente incarnato: la santità non è un dono riservato a un élite ma, un semplice «Sì», arrendevole alla missione che ogni uomo è chiamato a compiere.

L’ingresso alla serata – ad offerta – é aperto a tutti.

Per rimanere connessi e aggiornati sugli eventi del Centro, inoltre, è possibile scaricare l’applicazione gratuita #wewill dall’appstore, ricevendo in automatico le notifiche relative alle pubblicazioni ed eventi in programma.

image1

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments