Il primo appuntamento marchigiano è il 30 marzo a Campiglione di Fermo ed il 31 a Macerata, entrambi alle ore 21 con la presenza del regista e del cast.

Cresce l’attesa nel territorio per l’uscita del film «Come saltano i pesci» (leggi Qui il servizio), presentato in conferenza stampa oggi in Comune, a Macerata, dal regista Alessandro Valori, del protagonista Simone Riccioni e del produttore Mario Tordini, introdotti dalla vice sindaco e assessore alla Cultura, Stefania Monteverde.

da sin Tordini Riccioni Monteverde Valori
Da sinistra, nella Sala consiliare del Comune di Macerata: Mario Tordini, Simone Riccioni, Stefania Monteverde e Alessandro Valori

«Facciamo i complimenti al regista, Alessandro Valori, un altro maceratese cittadino del mondo di cui siamo orgogliosi perché testimone di Macerata città della cultura», ha affermato entusiasta Monteverde, nel sottolineare la valenza di un lavoro corale che pone al centro della trama la naturale realtà della famiglia, con le molteplici sfaccettature, «raccontando la ricchezza del nostro territorio con i paesaggi bellissimi ma anche con le tante collaborazioni che il progetto ha saputo raccogliere».

Brenno Placido e Biagio Izzo in una scena
Brenno Placido e Biagio Izzo in una scena

Come spiegato dal produttore, il film, pur non godendo di finanziamenti pubblici da parte delle Istituzioni, riesce ad incarnare un vero e proprio “sogno”: quello di realizzare contenuti di qualità nel e per il contesto locale marchigiano. Si tratta, infatti, di un prodotto girato al 99% nelle Marche ma che si affaccia, al contempo, nel panorama cinematografico nazionale, «visti gli ottimi riscontri ottenuti a Sorrento i primi di dicembre per le Giornate internazionali del Cinema» ha aggiunto poi Tordini.

Simone Riccioni ok
Il protagonista Simone Riccioni in conferenza stampa

Inoltre, come ampiamente riferito da Valori e Riccioni, si è trattato di una vera e propria «esperienza culturale, oltre che cinematografica», finalizzata a coinvolgere il più possibile i giovani e, in particolare, gli studenti del Maceratese, «per far conoscere loro una forma d’arte e d’indagine del tutto originale».

Mercoledì 30 marzo, infatti, al mattino, al Multiplex di Piediripa (dove tre sale sono già al completo) è prevista una proiezione in anteprima per 2mila studenti delle scuole Superiori.

«Attenzione: non è un film “camera e cucina” – ha precisato il regista Valori, romano di formazione ma maceratese di nascita e di indole, – che ha coinvolto le risorse del territorio suscitando l’interesse e la partecipazione di quanti hanno creduto in questo progetto di caratura nazionale».

come-saltano-i-pesci-locandina-biagio-izzoMa «Come saltano i pesci»? Se lo domandano gli spettatori, desiderosi di scoprire un film basato sulla famiglia ma ricco di colpi di scena, in cui i protagonisti sono come pesci nel mare, attuando, ciascuno, la propria strategia di sopravvivenza: c’è chi si unisce al branco e chi salta fuori dalla rete.

Nel cast anche un’esordiente nel cinema Maria Paola Rosini, originaria di Pollenza, che interpreta il ruolo della sorella di Simone Riccioni. A facilitare il felice incontro è stata l’Anffas di Macerata, che ha patrocinato la pellicola e ha seguito Maria Paola fin da bambina per la sindrome down e che ha patrocinato il film: è stato quindi il vice presidente Marco Scarponi a ricordare come il film «tratti la disabilità in maniera garbata e la persona disabile come un componente paritario della famiglia, in linea con la loro visione».

come-saltano-i-pesci-cast-3763
Il cast di «Come saltano i pesci»: la prima da destra, assieme a Riccioni, è l’esordiente Maria Paola Rosini

Per un “assaggio” dell’uscita in sala del film, il regista, Simone Riccioni e Maria Paola Rosini saranno i protagonisti dell’incontro condotto dalla giornalista Paola Olmi in programma il 18 marzo, alle ore 18, nell’Aula Magna dell’Università di Macerata promosso, con il patrocinio del Comune, dall’Inner Wheel di Macerata. «E’ il contributo – ha detto la presidente Isabella Mori – che il nostro club ha voluto dare alla diffusione di questo lavoro ed alle tematiche molto interessanti di questo film».

Locandina Riccioni

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments