I bambini della Primaria campioni di matematica

Gli alunni della “Madre Teresa di Calcutta” sono giunti primi nelle Marche e terzi a livello nazionale alla decima edizione dei “Giochi matematici di Achille e la tartaruga”

Gli alunni monteluponesi si laureano campioni di matematica: la scuola Primaria “Madre Teresa di Calcutta” è infatti giunta prima nelle Marche e terza a livello nazionale alla decima edizione dei “Giochi matematici di Achille e la tartaruga”. Si tratta di un concorso di matematica organizzato dal prof. Agostino Zappacosta con la collaborazione dell’Università di Chieti che si rivolge agli alunni delle scuole Primarie di tutta Italia con l’obiettivo di appassionare i giovani allo studio della matematica, favorendo il gusto della scoperta nel risolvere situazioni problematiche.

Sono stati venti gli alunni della scuola di Montelupone a partecipare alla prova, della durata di un’ora: i bambini, appartenenti alle classi 3^A, 3^B, 4?A, 4^B e 5^A, hanno dimostrato un’ottima preparazione e notevoli capacità nella risoluzione dei problemi. Nella classifica generale, si sono segnalati, in ordine di punteggio, Diego Alessandrini, Mikele Fragomeno, Mattia Benfatto, Alissa Gjushi, Francesco Marinangeli, Matteo Giacomelli e Maria Vittoria Landi, premiati per le loro prove eccellenti. Grazie alle ottime prestazioni dei suoi alunni, la scuola primaria monteluponese è risultata la prima assoluta delle Marche ed è giunta terza nella classifica nazionale, preceduta soltanto dall’Istituto Comprensivo “Ritucci” di Città Sant’Angelo (Pescara) e dall’Istituto Comprensivo “Terrana” di Ardore Marina (Reggio Calabria).

Un’esperienza assolutamente positiva, dunque, per i giovani monteluponesi, che meritano un ulteriore elogio poiché, per prepararsi al meglio al concorso, hanno anche svolto un lavoro aggiuntivo nel corso di diversi pomeriggi, grazie al lodevole e appassionato impegno delle insegnanti Paola Conflitti, Marilena Miliozzi e Annalisa Properzi.

Inoltre, la partecipazione a questi giochi matematici è stata l’occasione per valorizzare e potenziare abilità importanti: la struttura delle prove, infatti, è improntata all’utilizzo delle capacità logiche e costituisce pertanto un’ottima preparazione alle prove Invalsi, aiutando a rinforzare la pazienza, la perseveranza, la concentrazione, la memoria nell’organizzazione del lavoro e del pensiero, la precisione e la velocità di calcolo.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments