Rivivono anche quest’anno le suggestive atmosfere della Passione, messe in scena al Campo della Vittoria di Macerata da un folto gruppo di volontari della parrocchia Santa Croce. Domenica 20 marzo dalle ore 21, lo spazio che è solito ospitare manifestazioni sportive cambia aspetto per dare vita alla rappresentazione degli ultimi momenti della vita terrena di Gesù. Si ripercorrono così l’ingresso trionfale a Gerusalemme, l’Ultima Cena, il giudizio da parte del Sinedrio e la condanna a morte col consenso di Pilato. Le scene si susseguono, con quadri che mostrano grande attenzione ai costumi, all’accompagnamento sonoro e alle luci. Poi, come già avvenuto l’anno scorso, la via Crucis esce dal Campo della Vittoria occupando viale Martiri della Libertà fino a raggiungere il culmine nella Crocifissione che viene rappresentata sulla scalinata di fronte alla chiesa, in piazza santa Croce. 

La rappresentazione, ideata e messa in scena per la prima volta nella domenica delle Palme del 2005, anno in cui si celebravano i cinquecento anni dalla fondazione della parrocchia, raggiunge quest’anno la XII edizione. Al suo allestimento lavorano durante il periodo quaresimale oltre 80 figuranti. Le prove servono non solo a mettere in scena una rappresentazione curata e ben scandita, ma diventano occasione per ripercorrere e meditare gli ultimi momenti della vita di Cristo, vivendone più profondamente i significati. Un’occasione per cementare i rapporti tra i parrocchiani, perché  l’impegno coinvolge tutta la comunità, dal parroco don Alberto Forconi fino ai bambini del catechismo. Un’opportunità offerta alla città per accompagnare, per una sera, il cammino di Gesù al Golgota e prepararsi così a una Pasqua concentrata sull’essenziale della fede.

DSC_1094
Foto Fabrizio Marinsalta
Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments