La prima membership dello Sferisterio ha riscosso un ottimo successo. Dopo le prime 35 adesioni ai Cento mecenati arrivate durante la cena di lunedì scorso (leggi la notizia), organizzata dai club service, sono giunte numerose richieste di informazioni e altre sottoscrizioni. «Siamo grati alla città – ha dichiarato il presidente dell’Associazione Romano Carancini in conferenza stampa con il sovrintendente Luciano Messi e il direttore artistico Francesco Micheli – perché si sta evidenziando il grande affetto dei cittadini, sono numerosi coloro che vogliono essere al fianco dello Sferisterio».

 

A sua volta, l’arena maceratese investe ogni anno in due progetti che sostiene fortemente: la formazione del nuovo pubblico, conIncontra l’opera, e la campagna sociale attraverso un Charity partner, Medici senza frontiere.

Lo Sferisterio, proprio attraverso Medici Senza Frontiere, intende rafforzare il messaggio di questa organizzazione medico-umanitaria centrato sul tema delle migrazioni forzate attraverso la campagna #MILIONIDIPASSI, progetto con cui si vuole amplificare la voce delle tante persone che fuggono da violenze e persecuzioni, aumentando la comprensione della loro condizione e promuovendo un coinvolgimento attivo da parte della società civile.

Quasi duemila studenti vengono coinvolti nei racconti dei protagonisti delle opere in cartellone – Otello, Norma e Il trovatore – con una parte interattiva che li vede sul palco ad interpretare la sfida tra Manrico e il Conte di Luna. La terza fase del progetto è la partecipazione ad una delle anteprime in programma a luglio, allo Sferisterio.

Nello stesso periodo lo Sferisterio organizza due giornate di Incontra l’opera aperte a tutta la cittadinanza. Promosse dagli ordini professionali e dalle associazioni di categoria, sono in programma al Teatro Lauro Rossi di Macerata il 6 e il 7 aprile, sempre alle 21. La prima serata è promossa dagli Ordini degli Avvocati, dei Dottori Commercialisti, dei Consulenti del Lavoro e dal Collegio dei Geometri, mentre quella del 7 aprile dalle associazioni di categoria CNA, Coldiretti e Confartigianato.

Ecco le interviste realizzate da Radio Nuova Macerata

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments