Giubileo della donna: conclusa la mostra del Cif sull’Anno Santo

Nell’Anno della Misericordia, il Centro italiano femminile (Cif) “San Giuliano” di Macerata, in collaborazione con la sezione provinciale dell’Associazione e le Poste italiane, oltre che con il patrocinio della Diocesi e del Comune di Macerata, nel mese di marzo hanno promosso un denso calendario di iniziative dedicate alle donne (leggi qui l’articolo sul Giubileo della donna),conclusosi ieri, domenica 20, con la chiusura della Mostra di documenti degli Anni Santi.

Nella sala “Li Madou” di Palazzo Sarnari, a Macerata, fin dal 6 marzo è stato possibile visitare la corposa collezione di atti, foto e immagini messi a disposizione da Silvio Craia, oltre alle opere d’arte contemporanea dedicate alla Via Crucis “La Misericordia si esprime nella Croce”.

Un’ulteriore soddisfazione per il Cif, il quale ha aggiunto un altro importante tassello al suo storico impegno per la salvaguardia delle tradizioni della città (leggi qui l’articolo sulle varie iniziative e qui quello relativo alla Stalla di San Giuliano). «La mostra voleva essere un omaggio alla donna nell’anno del Giubileo – ha affermato Craia -, dal 1700 fino al Novecento, è stato possibile accedere ai documenti degli Anni Santi e, poi, a questa esposizione, si è aggiunta una serie di croci realizzate da diversi artisti provenienti da tutta Italian proprio per la giornata dell’8 marzo».

«Si è trattata di una bellissima esperienza perché abbiamo potuto ammirare delle testimonianze eccezionali – ha aggiunto la presidente provinciale del Cif, Franca Fusco -, per questo va ringraziato l’artista Silvio Craia che ha messo a disposizione del Cif e della cittadinanza una parte del patrimonio a sua disposizione. Inoltre, ognuno dei quadri della Via Crucis ha una sua particolarità e una sua bellezza che hanno consentito anche a me stessa di avvicinarmi all’arte contemporanea: spero che i maceratesi l’abbiano apprezzata con lo stesso entusiasmo manifestato da noi nell’allestirla».

In questo senso, una piccola nota di rammarico è provenuta da Luciana Craia, membro storico del Cif: «Abbiamo iniziato a lavorare sulle iniziative per il Giubileo della donna da novembre e abbiamo fatto il meglio di quanto possibile nelle nostre capacità. Gli inviti sono stati molti, ma non si è registrata una grande presenza di visitatori. Purtroppo – ha dichiarato la Craia -, rimane sempre difficile per noi pubblicizzare ciò che realizziamo. Questa bellissima mostra sugli Anni Santi è composta da documenti di difficile reperibilità e molti sacerdoti sono rimasti meravigliati. Infine, vorremmo destinare le opera della Via Crucis a una chiesa di Macerata e speriamo – ha concluso – che qualche parroco si faccia avanti».

I Documenti Degli Anni Santi A Palazzo Sarnari

Flickr Album Gallery Powered By: Weblizar
Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments