Un cammino che perfettamente si “intona” con questo Giubileo straordinario. Si potrebbe descrivere così il percorso di preparazione che i giovani stanno vivendo nell’Anno Santo, in vista dell’incontro mondiale a Cracovia con papa Francesco, e che ieri 20 marzo, Domenica delle Palme, ha trovato piena rispondenza con la Gmg diocesana, vissuta a Macerata sul tema «Beati i misericordiosi perchè troveranno misericordia».

Con questo invito tantissimi ragazzi e ragazzi delle Unità pastorali di Macerata, Tolentino, Recanati, Cingoli e Treia si sono dati appuntamento in piazza Annessione, aprendo la Settimana Santa con un momento speciale: una “tappa” senza dubbio preziosa per la Pastorale giovanile diocesana, con lo sguardo rivolto alla Polonia.

DSC_4241Come da programma, oltre alla consueta benedizione delle palme, durante il ritrovo ai Cancelli animato dai gruppi – tra cui numerosi scout – alla presenza del vescovo Nazzareno Marconi e dei responsabili della Pg, don Luca Beccacece e don Emanuele Marconi, è stato letto il Messaggio di papa Francesco per la Giornata mondiale della gioventù 2016.

Lo stesso Bergoglio, durante l’Angelus domenicale in piazza San Pietro, ha inoltre ribadito:«Spero che potrete venire numerosi a Cracovia, patria di San Giovanni Paolo II, iniziatore delle Giornate mondiali della gioventù. Alla sua intercessione affidiamo gli ultimi mesi di preparazione di questo pellegrinaggio che, nel quadro dell’Anno Santo della Misericordia, sarà il Giubileo dei giovani a livello della Chiesa universale». 

Il richiamo al “fulcro” di questo Giubileo eccezionale, che ha scandito i passi della Gmg diocesana, è, d’altronde, ben espresso nel testo del Santo Padre diffuso il 15 agosto 2015. «La misericordia di Dio – scrive Francesco – è molto concreta e tutti siamo chiamati a farne esperienza in prima persona. Quando avevo diciassette anni, un giorno in cui dovevo uscire con i miei amici, ho deciso di passare prima in chiesa. Lì ho trovato un sacerdote che mi ha ispirato una particolare fiducia e ho sentito il desiderio di aprire il mio cuore nella Confessione. Quell’incontro – aggiunge il Pontefice – mi ha cambiato la vita! Ho scoperto che quando apriamo il cuore con umiltà e trasparenza, possiamo contemplare in modo molto concreto la misericordia di Dio. Ho avuto la certezza che nella persona di quel sacerdote Dio mi stava già aspettando, prima che io facessi il primo passo per andare in chiesa. Noi lo cerchiamo, ma Lui ci anticipa sempre, ci cerca da sempre, e ci trova per primo. Forse qualcuno di voi ha un peso nel suo cuore e pensa: Ho fatto questo, ho fatto quello…. Non temete! Lui vi aspetta! Lui è padre: ci aspetta sempre!».

papa_papa_francesco_intronizzazione_02

Tre i temi – la gratuità dell’amore di Dio, la fedeltà e la gioia di donare la vita – che hanno caratterizzato l’accoglienza proseguita poi sul sagrato della chiesa di San Filippo, con le testimonianze da parte dei ragazzi della Casa famiglia «Giada» di Tolentino, don Mattia Marconi, proveniente dal Seminario missionario diocesano «Redemptoris Mater» e don Salvatore Policino, dell’Opera Salesiana di Macerata.

Quindi, per le vie della città, si è compiuto il pellegrinaggio dei giovani verso il santuario della Mater Misericordiae, che ha caratterizzato l’appuntamento diocesano di quest’anno.

DSC_4318Prima del passaggio attraverso la Porta Santa e la preghiera alla Madre della Misericordia, il vescovo Marconi ha sottolineato la necessità di compiere questo gesto «entrando “nella vita” da adulti, affidandoci a Maria».

In una cesta, consegnata durante l’offertorio nella Messa celebrata in Cattedrale, i fogli che i giovani avevano appesi al collo, con scritti i «pesi nel cuore» di cui parla il Papa e che ciascuno porta nella vita. In cambio, ad ognuno è stato consegnato un cartoncino della Gmg di Cracovia, a forma di gancio. Proprio ciò che serve per “liberare” la propria fede cristiana e rimanere saldamente ancorati a Cristo.

(Foto Stefano Salvucci)

Gmg Diocesana: Il 20 Marzo A Macerata

Flickr Album Gallery Powered By: Weblizar
Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments