Anche la realtà accademica e civile di Macerata esprime profondo cordoglio per la pesante perdita che l’Italia ha subìto nella tragedia avvenuta in Catalogna, all’alba di domenica 20 marzo, quando a Frejinals, sull’autostrada Ap7, un autobus carico di studenti impegnati nell’esperienza Erasmus si è ribaltata, provocando morti e feriti.

Sette delle vittime sono italiane e l’elenco dei nomi stride violentemente con i sorrisi incarnati dai loro volti in cui risplendeva una giovinezza tutta da vivere. A perdere la vita per un terribile errore umano, lo ricordiamo, sono state: Valentina Gallo, Elena Maestrini, Serena Saracino, Francesca Bonello, Elisa Valent, Lucrezia Borghi ed Elisa Scarascia Mugnozza.

(foto Ansa)
(foto Ansa)

Gli studenti avevano assistito, a Valencia, alla famosa Notte dei Fuochi della Fiesta de Las Fallas e stavano tornando a Barcellona, capoluogo amatissimo dai giovani di tutto il mondo. La festa, e poi, la sciagura, su un tratto autostradale considerato “maledetto” dai catalani. L’autista, 63enne, per sua stessa ammissione ha confessato aver perso il controllo del mezzo a causa di un colpo di sonno – «Lo siento, me he dormido», «mi dispiace, mi sono addormentato», ha riferito ai soccorritori che si sono imbattuti in scene raccapriccianti -, provocando un disastro che fa piangere famiglie intere e che allunga, purtroppo, la triste lista di incidenti simili già capitati in altri Paesi europei.

vita2Sono almeno 13, in totale, le vittime decedute che stavano svolgendo, in Spagna, mèta prediletta non solo per lo svago ma anche per la formazione, il programma universitario di mobilità nato circa trent’anni fa, nel 1987. Altre due sono attualmente ricoverate in ospedale. Oltre alle italiane, due sono tedesche, una rumena, una uzbeka, una francese e una austriaca.

Marche Macerata Chiesa di San Paolo in Piazza della LibertàIn segno di lutto e di rispetto per queste premature morti, dunque, la sezione locale di ESN Macerata-Macerasmus si unirà, assieme all’Università degli Studi di Macerata (Qui l’intervista al rettore Luigi Lacchè) e al Comune della città di Macerata, in concomitanza con tutte le sezioni di Erasmus Student Network Italia, per un minuto di raccoglimento in piazza della Libertà, dove verranno ricordate le vittime della tragedia di Tarragona.

L’iniziativa, programmata per ieri, si svolgerà nella serata di oggi, mercoledì 23 marzo, alle ore 21.

Nella stessa circostanza sarà inoltre doveroso ricordare le numerose vittime coinvolte negli attentati di martedì 22 marzo, a Bruxelles (leggi Qui).

«Erasmus Student Network Italia e tutte le sue sezioni – si legge in un comunicato diffuso a mezzo stampa – esprimono il loro più profondo cordoglio per la tragedia che ha colpito ESN Spagna, le famiglie e gli studenti Erasmus coinvolti nell’incidente stradale di Freginals. Le statistiche evidenziano che è proprio la Spagna la meta prediletta dagli studenti italiani che si accingono ad intraprendere l’esperienza Erasmus+».

Erasmus Student Network, una delle più grandi associazioni studentesche senza scopo di lucro presenti in Europa, dunque «si stringe nel più sentito cordoglio, ed in particolare ESN Italia, più vicina che mai ad ESN Spagna, esprime ancora una volta la propria profonda commozione», invitando tutti a partecipare all’iniziativa prevista per questa sera a Macerata.

image
(foto Unimc)
Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments