Annunciati i magnifici 16 di Musicultura XXVII

Soltanto 8 di questi accederanno alle serate conclusive all’Arena Sferisterio di Macerata del 23, 24 e 25 giugno

Annunciati i magnifici 16 dell’edizione 2016, la ventisettesima, di Musicultura. Come sottolineato dal direttore artistico Piero Cesanelli, i finalisti hanno superato una selezione lunga e articolata, che ha visto inizialmente in gara oltre 1500 canzoni, attraverso nove serate di audizioni dal vivo tenutesi in teatro a Macerata (alla presenza di oltre 3mila spettatori e con 10mila appassionati a seguire le dirette in streaming) con le amichevoli partecipazioni di Enzo Gragnaniello, Zibba e Paolo Jannacci.

I finalisti si esibiranno in anteprima nazionale sabato 9 aprile, al Teatro Persiani di Recanati, in una serata realizzata in collaborazione con Radio1 Rai, condotta da John Vignola e che vedrà la testimonianza artistica di un padrino d’eccezione: Luca Barbarossa.

Le 16 canzoni selezionate comporranno, come ogni anno, la compilation di Musicultura ed accederanno alla fase successiva del concorso. Questa coinvolgerà Radio 1 Rai per la programmazione dei brani, il grande pubblico dei social e il Comitato Artistico di Garanzia di Musicultura composto da: Enzo Avitabile, Claudio Baglioni, Luca Carboni, Ennio Cavalli, Carmen Consoli, Simone Cristicchi, Gaetano Curreri, Teresa De Sio, Niccolò Fabi, Tiziano Ferro, Max Gazzè,Giorgia, Maurizio Maggiani, Dacia Maraini, Marta sui tubi, Mariella Nava, Gino Paoli, Vasco Rossi, Enrico Ruggeri, Paola Turci, Roberto Vecchioni, Antonello Venditti, Sandro Veronesi, Federico Zampaglione e Stefano Zecchi.

Otto saranno alla fine i vincitori che accederanno alle serate conclusive di Musicultura all’Arena Sferisterio di Macerata del 23, 24 e 25 giugno. Al vincitore assoluto eletto dal pubblico andranno i 20mila euro del Premio Ubi – Banca Popolare di Ancona.

Questi i nomi dei magnifici 16: Giulia Catuogno (da Palermo) con “Vivi, c’hai la vita, deficiente!”; Mimosa (da Milano) con “Fame d’aria”; Blindur (da Napoli) con “Foto di classe”; Kitchen Machine (da Roma-Trento) con “Ti ricordi quando c’hanno escluse dalle cheerleaders?”; Braschi (da Sant’Arcangelo di Romagna) con “Acqua e neve”; Utveggi (da Palermo) con “Postumi”; Umberto Scataglini (da Roseto degli Abruzzi) con “Dirti ti amo (nel tempo)”; Luca Tudisca (da Messina / Milano) con “Guardami adesso”; Gianfrancesco Cataldo (da Benevento) con “Marta”; Luca Carocci (da Roma) con “Le rose e i limoni”; Pepp-oh (da Napoli) con “Pepp-flOhw”; Flavio Secchi (da Cagliari) con “La cosa più bella”; Simone Cicconi (da Macerata) con “Simone s’è incazzato”; Emanuele Colandrea (da Latina) con “Erika”; Francesca Romana Perrotta (da Lecce / Cesena) con “Il grido”; e Sikitikis (da Cagliari) con “In giro per club” (questi ultimi selezionati dalla giuria degli studenti dell’Università di Camerino e dell’Università di Macerata).

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments