Una maceratese alle Olimpiadi della Filosofia 2016

Alessandra Loretani, studentessa del Liceo Scientifico, ha superato la fase regionale

Le Olimpiadi della Filosofia per gli studenti delle classi terminali delle scuole superiori sono giunte alla XXIV edizione, a dimostrazione del successo che l’iniziativa ha, impegnando gli studenti nello svolgimento di un elaborato a livello nazionale (se in lingua italiana) o a livello internazionale (se in altra lingua).

Le Marche da sempre partecipano a questa manifestazione e alla Società Filosofica Italiana di Ancona è stato assegnato anche quest’anno il compito di organizzare lo svolgimento della prova di selezione regionale, che ha impegnato oltre quaranta giovani provenienti da tutta la regione: un dato in forte crescita a ulteriore testimonianza della validità della “competizione”.

L’Ufficio scolastico regionale ha provveduto a nominare una commissione composta da Grazia Maria Gugliormella, Michele Della Puppa, Giancarlo Galeazzi, Giulio Moraca e Bianca Maria Ventura (come sottocommissione del canale A) e da Simona Flammini, Lucrezia Ercoli, Luca Brunelli, Paola Mancinelli e Simona Moschini (come sottocommissione del canale B).

L’edizione 2016, che si è tenuta nel mese di marzo presso l’Istituto Savoia-Benincasa, ha visto vincitori per l’elaborato in italiano Lorenzo Farinelli del Liceo Scientifico “Volterra” di Fabriano, e Alessandra  Loretani del Liceo Scientifico “Galilei” di Macerata: entrambi con saggi di ambito estetico; per l’elaborato in altra lingua sono risultati vincitori due studentesse del Liceo Classico “Campana” di Osimo: Caterina   Tridenti  con un  saggio di ambito politico e Cecilia  Rita con un  saggio di ambito estetico.

La commissione, oltre che rallegrarsi per la consistente partecipazione, ha rilevato la buona qualità dei lavori, in alcuni casi veramente eccellenti, con una presenza femminile davvero ragguardevole. Ai vincitori vanno pertanto i rallegramenti più vivi per la bella prova che hanno offerto. Ora le Olimpiadi si sposteranno a livello nazionale e internazionale, e c’è da augurarsi che anche in questo caso gli studenti marchigiani sapranno farsi onore, come è già accaduto in passato, quando hanno vinto o hanno conseguito risultati lusinghieri.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments