Domenica 3 aprile alle ore 17 presso l’Auditorium San Giacomo di Tolentino andrà in scena l’ultimo appuntamento della rassegna «A teatro con mamma e papà», organizzata dalla Compagnia della Rancia e dal Comune di Tolentino con uno spettacolo originale promosso dall’associazione «Sassi nello Stagno», con il sostegno della Fondazione della Cassa di Risparmio della provincia di Macerata, in cui bambini e adulti sono finalmente vicini agli strumenti dell’orchestra senza distanze:

«Siamo Tutti Orecchie – Passeggiando fra i suoni dell’orchestra». L’associazione Sassi nello stagno di Tolentino si avvale come motore di questo progetto musicale della «Sinfonietta Gigli», un’orchestra giovanile da camera di Recanati diretta dal maestro Luca Mengoni, nata nel 2005 all’interno della Civica Scuola di Musica Beniamino Gigli.

Gli strumenti sono, così i protagonisti di questo laboratorio: non solo si potranno ascoltare, ma anche toccare, suonare e accarezzare uno a uno. E poi un gran finale: un concerto in cui si potrà suonare e cantare tutti insieme! Per il maestro e compositore Aldo Passarini, ideatore di questa originale iniziativa, la musica è un bene primario: come l’acqua; è una compagna di vita per ciascun essere umano. La musica alimento essenziale di solidarietà, socialità e inclusione: quindi, non solo potenzia le capacità espressive e creative ma soprattutto migliora la qualità della vita.

E proprio al maestro Passarini abbiamo rivolto qualche domanda, facendosi raccontare la genesi dello spettacolo…
Questo pomeriggio musicale vuole essere un tentativo di affrontare la ancora debole consapevolezza di quanto sia importante per ciascuno di noi a che la Musica sia necessaria alla completezza della nostra formazione umana e culturale. Tale necessità, a mio avviso, va praticata a cominciare dalle primissime relazioni familiari per proseguire poi nel rapporto con il mondo.

Allora quanto è importante la musica per i bambini?
Sono in ottima e numerosa compagnia nell’affermare con decisione che la musica è un bene primario: come l’acqua; è una compagna di vita per tutti. La musica agevola le capacità espressive, creative e scientifiche. E’ alimento essenziale di solidarietà, socialità e inclusione. Rende la vita più degna di essere vissuta migliorandone la qualità complessiva.

Cosa si propone questo spettacolo?
L’iniziativa ‘siamo tutti orecchie’ è concepita per consentire a bambini e genitori di vivere insieme momenti indimenticabili di contatto musicale intenso: i vari strumenti dell’Orchestra saranno onorati di mettersi a completa disposizione di quanti interverranno: si faranno ascoltare, ma anche toccare, manipolare; un po’ come si fa in una passeggiata a contatto con la natura. Grandi e piccoli potranno imparare filastrocche da cantare con tutta l’Orchestra…tutto fuorché un ascolto passivo; che comunque ben venga.

Quale promotore di questa occasione musicale sento il dovere di ringraziare con la memoria nel cuore l’on. Roberto Massi che, con la sua acuta sensibilità culturale, suggerì alla Fondazione Carima di sostenere questo progetto e che, per quanto è nelle nostre forze, cercheremo di promuovere anche nel tempo a venire.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments