F di Famiglie Solidali

A Macerata un progetto specifico promosso dal Comune

È il primo luogo di valorizzazione dei soggetti nella reciprocità. Si tratta di rendere i vari membri di ciascuna famiglia protagonisti di un cammino comune e non solo destinatari di servizi e cure pastorali. Educare i fidanzati e i coniugi a vivere il sacramento del matrimonio significa educarli ad assumere come scelta fondamentale l’accoglienza e il farsi dono reciproco verso altre famiglie: nella solidarietà con il vicinato, nella condivisione del tempo e del denaro, nella disponibilità all’azione pacificatrice. Occorre anche fare loro proposte più coraggiose: l’accoglienza temporanea o permanente di persone con problemi, fino all’affido e/o adozione di bambini oppure di intere famiglie.

È proprio in quest’ottica che si sviluppa il progetto del Comune di Macerata “Famiglie Solidali”. Le famiglie o i singoli che si rendono disponibili vengono messi in contatto con le famiglie che necessitano di un supporto, si organizza un incontro nel quale le due parti possono conoscersi e viene proposta un’attività mirata alle necessità del caso. Partendo dai bisogni più evidenti, come ad esempio accompagnare i bambini a scuola o accogliere temporaneamente la famiglia, è auspicabile che vengano a crearsi relazioni positive e vere e proprie reti di solidarietà. Per sostenere il buon andamento del progetto vengono istituiti incontri mensili dove la condivisione delle esperienze diviene occasione di crescita e di consolidamento dei rapporti.

Negli incontri tra famiglie e con il servizio inizialmente prevale un livello cognitivo e concreto poi progressivamente entrano in gioco nuove pensabilità e molteplici livelli significativi in cui anche gli adulti ri-attivano le loro capacità riparative e trasformative. Le esperienze finora effettuate hanno permesso allo “strumento famiglie solidali” di diventare una buona pratica nella tutela dei bambini. Gli adulti coinvolti sono diventati protagonisti di una nuova scena relazionale in cui il bambino può posare le sue radici e ritrovare la strada verso il riconoscimento di sé e l’affermazione delle sue forze costruttive e integrative.

Le famiglie o le persone interessate possono mettersi in contatto con i Servizi Sociali del Comune, al numero di telefono 0733 256327, dal martedì al giovedì, o scrivere una mail all’indirizzo milena.foglia@comune.macerata.it 

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments