Nei giorni scorsi sono stati consegnati all’Istituto comprensivo “Lucatelli” di Tolentino i due defibrillatori acquistati grazie alla generosità delle famiglie, degli insegnanti e del personale Ata dell’Istituto, insieme alla disponibilità della dirigente scolastica Mara Amico.

I due defibrillatori saranno posizionati nei plessi King/Rodari e Lucatelli e in breve si procederà alla formazione degli insegnanti e dello stesso personale delle strutture. Le due scuole saranno segnalate anche al 118 come presidi Dae (defibrillatore semiautomatico). Molti i punti di soddisfazione per i promotori, iniziando da Samuel Bacaloni che ha proposto l’acquisto dopo aver frequentato un corso di primo soccorso, che evidenziava l’importanza di un intervento nei primissimi minuti dall’arresto cardiaco.

L’iniziativa ha ottenuto l’adesione di quasi tutti i genitori dei due plessi scolastici che hanno intuito l’importanza di un presidio Dae; anche le insegnanti e il personale Ata che hanno effettuato la propria donazione come lo stesso promotore. Bacaloni ha evidenziato, infatti, come sia stato egli stesso solo lo “spunto”, che ha avviato il processo di collaborazione a livello cittadino, ma il risultato è stato possibile solo grazie al supporto di un gruppo di genitori.

Tra questi è opportuno ricordare: Simone Tiranti (presidente Consiglio d’istituto), Gian Nicola Ferranti (consigliere d’istituto), Michele Gismondi, Francesca D’Arienzo, Ester DeTroia, Linda Sacchi, Federica Giannuzzi e Cinzia Coppari che si sono impegnati affinché il progetto venisse concretizzato. Un’iniziativa semplice ma dall’effetto sociale fortissimo: grazie a questa sensibilizzazione tante famiglie hanno potuto conoscere la reale azione dei defibrillatori e l’importanza del tempestivo intervento in caso di arresto cardiaco.

Così in 6 mesi sono stati raccolti più di € 3.000 che hanno permesso di comprare i due apparecchi e organizzare corsi di formazione per il personale dell’istituto comprensivo Lucatelli in modo da insegnare ai 19 “volontari” ad utilizzarli con competenza.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments