Grande successo per «Eureka! Funziona!», l’iniziativa rivolta alle scuole Medie del territorio provinciale e promossa nei giorni scorsi da Confindustria Macerata e dall’Ufficio Scolastico Provinciale, con il patrocinio e il contributo della Camera di Commercio di Macerata, sulla scia di un percorso sperimentale ideato da Federmeccanica e dal Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca nell’ambito del Progetto Scuola.

IMG_7211

Ispirato ad un’esperienza partita nel 2003 in Finlandia, «Eureka! Funziona!» approda per il primo anno a Macerata e al terzo di sperimentazione in Italia. Questa la prassi: nel corso dell’anno scolastico le classi secondario di Primo grado hanno ricevuto un kit uguale per tutti consistente in varie strumentazioni tra cui un interruttore, un motorino, elastici, dischi di cartone e asticelle di legno con cui ideare e realizzare un giocattolo. Ognuno, inoltre, ha avuto un ruolo preciso nel team: chi è stato disegnatore tecnico, chi si è occupato del diario di bordo per raccontare le varie fasi di lavoro, chi ha costruito materialmente l’oggetto e chi ha ideato una campagna pubblicitaria. Creatività in libertà.

IMG_7243
Come finalità, quella di fornire un’esperienza di creatività, di sperimentazione, scoperta e autoapprendimento, portando gli studenti a utilizzare in modo creativo alcune delle conoscenze acquisite in ambito disciplinare sul tema prescelto dell’«automazione», uno degli assi portanti di Industry 4.0, ossia la quarta rivoluzione industriale.

IMG_7064
I 31 progetti finalisti sono stati presentati il 18 maggio al teatro Don Bosco di Macerata, in un’intensa mattinata che ha decretato i vincitori di quella che ha rappresentato una vera e propria gara di costruzioni tecnologiche, nella quale gli studenti hanno avuto il compito di ideare, progettare e costruire un vero e proprio giocattolo a partire da un kit fornito da Federmeccanica contenente vari materiali. Moltissime le “invenzione tecnologiche” presentate dai partecipanti, che si sono attivamente impegnati lavorando in team.

IMG_7102

Il progetto, realizzato sul territorio dal Gruppo Giovani di Confindustria Macerata, ha coinvolto 9 Istituti comprensivi della provincia di Macerata con protagonisti circa 300 alunni.

Seguendo due semplici regole – il giocattolo si doveva muovere ed essere frutto della personale creatività – i progetti presentati dai giovanissimi si sono rivelati diversi e fantasiosi, presentati e commentati dai ragazzi stessi con ammirevole determinazione.

A determinare la valutazione, tre criteri: l’idea del giocattolo, la presentazione, la pubblicità e il diario di bordo.

IMG_7201
Per le terze medie è risultato vincitore il progetto The Raft, un mezzo anfibio realizzato dalla pluriclasse del plesso di Gualdo Istituto Comprensivo «G. Leopardi» di Sarnano.
Per le seconde, Ellicott, un elicottero colorato realizzato dalla classe 2° H della scuola Media «Giuseppe Ungaretti» di Civitanova Marche – Istituto comprensivo Sant’Agostino.
Per le classi prime è risultato vincitore il progetto Fattoria da Rosita, una simpatica riproduzione animata di una fattoria ecocompatibile della classe 1°C dell’Istituto Comprensivo «Giacomo Leopardi» – scuola Media «Leonardo Da Vinci» di Potenza Picena.

L’evento è stato condotto dalla presidente dei Giovani Imprenditori Simona Reschini che, oltre a fare gli onori di casa, ha spiegato come «lo svolgimento delle attività di invenzione e le progettazione esercitate in questo progetto hanno consentito agli alunni di integrare la teoria con la pratica, ma anche di stimolare lo spirito imprenditoriale, le capacità manuali e l’attitudine al lavoro di gruppo».

IMG_7083
Carmela Pennisi, invece, incaricata dell’Ufficio Scolastico Provinciale Macerata ha sottolineato quanto questo progetto colga in pieno lo spirito ispiratore della riforma attuata con la Buona Scuola. Davvero prezioso è stato inoltre l’intervento di Tamara Lapucci, responsabile Area Test prodotto Clementoni spa, che si occupa di testare sul campo insieme a bambini, insegnanti e genitori i giochi prodotti dalla famosissima azienda di giocattoli, che ha illustrato ai ragazzi l’iter di ideazione e produzione di un prodotto ricco di creatività come quello destinato all’infanzia.
Gran finale della giornata, inoltre, con gli attori Francesco Facciolli e Scilla Sticchi, che, tra gag e risate, hanno messo in scena «Scegliere o far scegliere? Questo è il problema», incentrato sul delicato tema della scelta della scuola Superiore che attende gli studenti.

IMG_7044

IMG_7110

 

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments