L’aveva promesso, il sindaco di Recanati, subito dopo l’uscita del film di Mario Martone consacrato al successo di pubblico, e così è stato: di anno in anno, la ricorrenza del “compleanno” di Giacomo Leopardi rappresenta per il «natìo borgo» dell’illustre poeta un’occasione imperdibile, per riscoprire il fascino delle atmosfere ottocentesche e riscoprire il cuore di una Città che, orgogliosamente, procede a passo spedito nel candidarsi a Capitale italiana della Cultura 2018.

DSCN3024Per il secondo anno, dunque, tornano nel centro storico, dal 1° al 3 luglio«I giorni del Giovane Favoloso. In festa con Giacomo», tre giornate di autentica festa dal pomeriggio a notte fonda scandite da musica, costumi d’epoca, spettacoli, mercatini e degustazioni, tutte in onore del concittadino a cui l’ottimo Elio Germano ha saputo prestare volto e anima.

A presentare le iniziative previste in cartellone, durante la conferenza stampa nella Sala del Consiglio comunale di Recanati in cui è stato proiettato anche un video promo sulla prestigiosa candidatura della Città, Gilberto Santini, direttore artistico di Amat (Associazione Marchigiana Attività Teatrali), affiancato, ovviamente, dal Primo cittadino Francesco Fiordomo e dall’assessore alle Culture Rita Soccio.

Comune 1
La conferenza stampa in Comune, a Recanati

«Vivremo tre giorni di emozioni con momenti di elevato spessore culturale che raduneranno i cittadini e i turisti. L’intento – afferma Santini – è quello di realizzare un festival “con il cervello” offrendo dei contenuti in grado di rendere appropriata la dedica de “I giorni” a Giacomo, in un clima di piena partecipazione, festa e accoglienza per ciascuno».

Parla inoltre di una «scommessa vinta» l’assessore Soccio, fortemente motivata nel «coinvolgere tutti in questa iniziativa che guarda anche ai più piccoli, a cui saranno rivolti momenti d’eccezione, con un approccio ludico al panorama culturale. Un’attenzione speciale verrà riservata anche alla nostra Banda cittadina, che ha da poco celebrato i duecento anni di attività». Tra le arti visive, inoltre, oltre alla lirica e al teatro, da non perdere, inoltre, la mostra di Piero Ceccaroni, curata dal professor Stefano Papetti, allestita a Villa Colloredo Mels.

Foto di gruppo per Antonio Perticarini, primo da sinistra, accanto al sindaco Francesco Fiordomo con Gilberto Santini e Rita Soccio
Foto di gruppo per Antonio Perticarini, primo da sinistra, accanto al sindaco Francesco Fiordomo con Gilberto Santini e Rita Soccio

Presenti anche numerosi responsabili e attivi collaboratori che si stanno prodigando per rendere l’evento sempre più prestigioso e capace, come lo scorso anno, di catalizzare l’attenzione di numerosi visitatori. Gli appuntamenti sono realizzati su iniziativa del Comune di Recanati in collaborazione con Centro Studi Leopardiani, Amat e Camera di Commercio di Macerata, e con il prezioso sostegno di Bcc Credito Cooperativo Recanati e Colmurano, I luoghi della scrittura, Astea e Acqua Roana.

Nel 2015 grande successo per i balli d'epoca proposti davanti Palazzo Leopardi da Marche '800
In uno scatto dello scorso anno, i balli d’epoca proposti davanti Palazzo Leopardi da Marche ‘800 che riscossero grande successo

Coinvolta anche l’associazione culturale ConTesto, recentemente protagonista a Macerata Racconta, oltre a Marche ‘800, rappresentata da Simone Albanesi, che allieterà l’iniziativa con danze tipiche e scenografiche dell’epoca leopardiana. A coordinare invece l’impegno e la preparazione degli esercenti delle vie del centro storico è Antonio Perticarini, direttore del Museo civico di Villa Colloredo Mels, che individua nel coinvolgimento del mondo commerciale la giusta strada affinchè «ogni via e ogni spazio utile abbiano grande attrazione e grande bellezza».

L'artista Saverio Marconi
L’artista Saverio Marconi

«I giorni del Giovane Favoloso» verranno comunque anticipati, il 29 giugno, dal consueto appuntamento con i festeggiamenti per l’esatta ricorrenza del genetliaco del poeta, con la partecipazione, quest’anno, del regista e attore Saverio Marconi in un Recital di poesie leopardiane: l’evento si svolgerà presso l’Orto dell’ex Convento Santo Stefano.

Accanto ai tanti appuntamenti che rappresenteranno l’attrazione culturale più “chic” della prossima estate, una proposta dal sapore esclusivo è offerta inoltre da Sere all’Infinito, tre appuntamenti al Colle dell’Infinito che vedono protagonisti interpreti di assoluto livello nel panorama scenico attuale: Monica Guerritore, Peppe Servillo e Marina Massironi.

Con la tre giorni leopardiana, poi, si inaugura anche un nuovo contenitore, in programma a Palazzo Venieri, Aperitivi con l’autore, strutturati in collaborazione con La Bibliofila di San Benedetto del Tronto. Gli incontri sono dedicati al confronto con idee e pensatori di primo piano, con presentazioni che vedono protagonisti, il 1° luglio Vito Mancuso, con il suo «Dio e il suo destino» (Garzanti), il 2 luglio Mauro Mazza e «Il destino del papa Russo» (Fazi Editore) e il 3 luglio Massimo Polidoro con «Non guardare nell’abisso» (Piemme).

AmatOK

Come spiega il direttore artistico dell’Amat, ad aprire il trittico ospitato nel suggestivo “Ermo Colle” venerdì 1° luglio sarà la Guerritore, «indiscussa signora della scena italiana dalla maestrìa che non ha certo bisogno di ulteriori sottolineature» e che sarà gradita ospite a Recanati con «Dall’Inferno… all’Infinito», un coinvolgente spettacolo che unisce testi tra loro apparentemente inconciliabili. Si parte con l’Inferno di Dante, per poi passare a Flaubert e arrivare a Leopardi: il tutto, attraversato da citazioni di Pasolini, Proust, Pavese e Morante.

Vito Mancuso
Vito Mancuso

Peppe Servillo, leader degli storici Avion Travel, artista poliedrico in quanto cantante, attore, compositore e sceneggiatore si esibirà invece sabato 2 luglio, come voce recitante nell’«Histoire du soldat di Stravinskij», accompagnato da Pathos Ensemble: Silvia Mazzon al violino, Tommaso Lonquich al clarinetto e Marcello Mazzoni al pianoforte. Nel 1918, durante la prima guerra mondiale Igor Stravinskij musica «Histoire du soldat», fiaba russa tratta dalla celebre raccolta di Afanas’ev. L’intreccio sarà tradotto in napoletano dallo stesso Servillo che affascina per «la mimica del viso, i movimenti del corpo, la tessitura vocale e le indiscutibili capacità attoriali».

L'attrice Monica Guerritore aprirà il trittico di Sere all'Infinito
L’attrice Monica Guerritore aprirà il trittico di Sere all’Infinito

Infine, a chiudere la triade di serate nel giardino di leopardiana memoria sarà Marina Massironi, domenica 3 luglio, con la sua attestata verve. Se a raccontarci l’Otello, infatti, è Shakespeare, è una tragedia. Se ce la racconta Verdi in musica, è un melodramma. Se a raccontarla è un’attrice “variopinta” come lei, la fosca vicenda del Moro diventa un’esilarante cavalcata fra passioni e intrighi del Cinquecento e dell’Ottocento, con inaspettate e pungenti irruzioni nella stretta attualità. Un’ora e mezza di parole, musica, risate e pensieri per capire che alla domanda «Ma che razza di Otello?», questo il titolo dello spettacolo, c’è una sola risposta, quella di Albert Einstein: «Razza: umana».

colleinfinito

E, sebbene l’atmosfera sia quella dell’Ottecento, non può certo mancare un occhio di riguardo verso la Rete, attraverso un contest aperto a tutti che accompagnerà «I giorni del Giovane Favoloso»: #infinito spazio / tempo #infinito / numero #infinito / verbo all’ #infinito / limite #infinito / #infinito silenzio/ orizzonte #infinito / retta all’ #infinito / poesia #infinita… Se la fantasia è infinita e le foto favolose, difatti, è possibile fotografare l’orizzonte prescelto, caricare la foto su instagram, mettere l’ashtag #infinito e vincere i biglietti per gli spettacoli delle Sere all’Infinito. Tag: @igersmarche @amatmarche.

13184509«L’intento è quello di presentare in maniera innovativa e fresca il nostro “giovane favoloso” Giacomo – dichiara Fiordomo – e c’è da scommettere che l’apertura dell’evento, il venerdì sera, sarà decisamente spettacolare. Ci lasciamo dunque con questa sorpresa, in attesa di vivere queste giornate nella piazza intitolata proprio a Leopardi, che costituirà il fulcro della festa cittadina. Una festa che verrà anticipata da un altro atteso e importante momento per la nostra Recanati: l’apertura, il 21 giugno prossimo, della Torre Civica, grazie all’Art Bonus, alla presenza di Dario Franceschiniministro dei Beni Culturali e delle attività culturali».

Gli spettacoli previsti per le Sere all’Infinito – che in caso di maltempo avranno luogo al Teatro Persiani – hanno inizio alle ore 21. L’ingresso (posto unico) costa 15 euro, il carnet per le tre sere 35 euro. Per informazioni e prenotazioni: Teatro Persiani (071 7579445), Amat (071 2072439), www.comune.recanati.com www.amatmarche.net.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments