Lunedì 23 maggio sono ripresi i lavori di restauro al teatro Nicola Vaccaj con l’esecuzione di una prima parte del secondo stralcio che prevede il rifacimento del tetto della palazzina uffici e dei pavimenti della zona foyer per una spesa di poco superire ad € 320.000. Infatti, superate le difficoltà dovute ai ritrovamenti di reperti di epoca picena e medioevale, è stata conclusa la prima parte dei lavori e nel frattempo sono state avviate le progettazioni relative al secondo intervento di restauro, finalizzato alla completa funzionalità e fruibilità del Teatro e quindi alla sua riapertura.

Intanto l’Amministrazione comunale e gli uffici preposti, superati i vincoli del patto di stabilità, hanno reperito le risorse necessarie, oltre € 3.000.000, per concludere tutti i lavori compresa la realizzazione dell’impiantistica, la sistemazione degli apparati decorativi, le finiture e gli arredi.

I lavori dovranno avere una breve durata e l’area di cantiere dovrà espandersi il minimo indispensabile, per ridurre le interferenze del cantiere stesso con le vie limitrofe e la viabilità (soprattutto con lo smontaggio di ponteggi) e completare le opere previste nell’area del Cortile degli artisti in modo di dare la collocazione definitiva alla cabina elettrica ed eliminare ogni possibile ed eventuale danneggiamento alle proprietà limitrofe. Per completare il restauro si prevede una spesa di € 5.660.000.

Il Sindaco Giuseppe Pezzanesi ha sottolineato che «questa corposa ripartenza dei lavori testimonia che a questo Sindaco e a questa Amministrazione stanno a cuore le sorti di questa Città, come dimostrato dalle tante opere realizzate, malgrado l’attuale situazione economica. Certamente sarebbe ancora più facile se i detrattori operassero al nostro fianco, senza inveire e senza creare situazioni di pessimismo che non sono riscontrabili nella realtà.

Va bene fare opposizione ma in maniera costruttiva e intelligente magari supportando anche chi governa con lo scopo di veder realizzate importanti infrastrutture come il ponte di attraversamento del fiume Chienti. Purtroppo, ogni giorno, al contrario, abbiamo a che fare con politici che rispondono solo ad antiquate e inutili logiche di partito che, come ben sanno molti cittadini, sono capaci anche di ingannare la propria comunità».

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments