I di Impegno

Impegno, questa è la parola – chiave che muove tante associazioni. L’impegno di tante persone, che tocca tutti indistintamente; impegno che va oltre gli orari di lavoro, impegno che non conosce limiti spaziali e che sorpassa ogni barriera architettonica, naturale, culturale, mentale.

L’impegno non è per tutti uguale perché ognuno ha decide liberamente di mettersi a disposizione degli altri.  Esistono moltissime forme che riflettono anche molti stili diversi: ci sono storie di impegno e dedizione di molti anni, ci sono quelli che si impegnano per cause collettive senza privilegiare le appartenenze.

L’Avis (Associazione Volontari Italiani Sangue) è un’Associazione di volontariato costituita tra coloro che donano volontariamente, gratuitamente, periodicamente e anonimamente il proprio sangue con impegno nel tempo.

Nel territorio nazionale, l’Associazione è suddivisa in sedi regionali, provinciali e comunali. Nella nostra Diocesi sono presenti ben 13 sedi.

11182120_1578571035749156_8519420350578822597_n

Una delle realtà attive è Treia, la quale conta oltre 600 donatori (e un rapporto donatori/abitanti tra i più alti nella Regione Marche) e ha da poco rinnovato il suo Consiglio direttivo per il triennio 2016-2019, con l’elezione alla presidenza del dottor Sebastiano Rubera. Peculiarità dell’Avis di Treia è la possibilità di avere a disposizione un Centro prelievi rinnovato, a seguito delle normative vigenti, che pone l’Associazione ai primi posti per la qualità del servizio. Oltre al supporto ai suoi soci, l‘Avis Treia è anche impegnata in molteplici attività in favore della comunità. Infatti, tra i principali obiettivi vi è la promozione del volontariato e del valore fondamentale della donazione di sangue tra tutte le generazioni.

A tal scopo, da alcuni anni l’Avis Treia ha instaurato una proficua collaborazione con l’Istituto comprensivo “Egisto Paladini”, con la realizzazione di giornate di formazione e la collaborazione ad alcune iniziative promosse dalla scuola, e con le Associazioni sportive del territorio (non ultimo l’acquisto, insieme alla Pro Treia, di un defibrillatore). Inoltre, dal 2015, l’Avis Treia ha anche attivato il proprio Gruppo giovani (per i soci dai 18 ai 30).

Le buoni abitudini: Essere donatori AVIS, un impegno nel tempo

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments