U
no, due, tre… “Fermi”… all’Opera
è il suggestivo titolo del progetto didattico portato avanti dall’intero istituto comprensivo “Enrico Fermi” di Macerata di cui fanno parte 6 scuole dell’infanzia, 5 primarie e una secondaria di I grado. Sono stati 1351 i bambini e i ragazzi coinvolti nel progetto elaborato dalla scuola al fine di promuovere la cultura musicale tra gli alunni, di favorirne la socializzazione e potenziare connessioni organiche tra la scuola e gli enti territoriali. E sembra davvero aver raggiunto gli obiettivi preposti, grazie al prezioso lavoro svolto dagli insegnanti che hanno ben coadiuvando tutti questi elementi, coinvolgendo gli alunni in un percorso alla riscoperta non solo dell’Opera Lirica. 

IMG_3672Il tema scelto per quest’anno dal Macerata Opera Festival, Mediterraneo, ha dato altri spunti al progetto, oltre a quelli legati alla lirica e alla messa in scena teatrale offrendo ai ragazzi anche uno sguardo alle tradizioni, usi e costumi dei quei paesi che condividono con l’Italia un mare, oggi troppo pieno di precauzioni, e da sempre ricco di cultura e storia. Ecco quindi l’opportunità per alcune classi ad esempio, di approfondire quelle terre, magari grazie al dialogo in classe con la mamma di un compagno arrivato dalla Grecia qualche anno fa. 

IMG_3718Un progetto quindi a tutto campo, che ha avuto un momento importante durante la settimana culturale, che si è svolta nella III settimana di febbraio e ha coinvolto tutte le scuole approfondendo le opere proposte in cartellone per quest’estate. Grazie anche al supporto di esperti e collaboratori esterni, gli alunni hanno prodotto diversi lavori, sia musicali che scenografici o di piccola oreficeria esposti alla mostra tenutasi lo scorso fine settimana nella galleria degli Antichi Forni a Macerata.

DSC_0190DSC_0238Un fine settimana non solo in mostra ma anche in azione per tutti gli alunni e gli insegnanti che, grazie alla collaborazione con il comune di Macerata hanno potuto usufruire di un palco nella piazza centrale di Macerata esibendosi nei canti preparati durante l’anno, tutti rigorosamente ispirati alle Opere approfondite e che si è concluso con l’emozionante esibizione corale della marcia trionfale de “L’Aida”. Una menzione particolare va a “Liberi di cantare”, il coro di istituto egregiamente diretto dall’insegnate Annalisa Telloni, accompagnata dal M° Adamo Angeletti, composto da studenti di diverse età dall’infanzia alla secondaria che da qualche anno arricchisce l’offerta formativa delle scuole del comprensorio. 

L’insegnante referente dell’intero progetto 1, 2, 3… “Fermi”… all’Opera, è entusiasta dei risultati ottenuti: «È stata una grossa fatica – ci racconta – ma grazie alla bella collaborazione degli insegnanti e delle famiglie siamo riusciti davvero a potenziare la cultura musicale a scuola, lavorando bene anche in integrazione, perché tutti gli alunni sono stati coinvolti, anche quelli con disabilità. Inoltre è stata fondamentale la collaborazione con il Comune e con l’associazione Sferisterio; in un momento storico come questo in cui i fondi si fanno sempre più scarni, riuscire a fare sinergie con gli enti locali è fondamentale: è infatti grazie a loro che abbiamo avuto l’opportunità di fruire degli spazi della città e della competenza degli esperti».

IMG_3850Grazie alla convenzione con il Macerata Opera Festival, ai ragazzi più grandi è stata rivolta la proposta di partecipare ad una delle tre anteprime a scelta, con un accompagnatore, dando loro la concreta occasione di vedere l’Opera dal vivo e sono circa una settantina i ragazzi che hanno aderito.

Le emozioni “liriche” per l’istituto comprensivo Enrico Fermi non sono ancora finite, si terrà infatti sabato 4 giugno alle ore 18, lo spettacolo finale delle scuole d’infanzia ospitato proprio dallo splendido scenario dello Sferisterio, intitolato “Incontra l’Opera kids” e sappiamo già che sarà un successo, capace di regalare ai piccoli un ricordo indimenticabile.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments