Recanati, tutto pronto per le celebrazioni del 2 giugno

Denso il programma degli eventi pensati anche per i giovani in collaborazione con le Scuole cittadine, con un ricordo particolare in onore di Mario Alessandro Ceccaroni

Dal ricordo del recanatese Ceccaroni al trekking storico a cura degli alunni della San Vito, è tutto pronto a Recanati per onorare, domani 2 giugno, la festa della Repubblica.

Intenso il programma messo a punto dall’Amministrazione comunale, con il coinvolgimento del mondo dell’associazionismo e della scuola. Nelle Marche, inoltre, sarà ospite Cristina Gorajski, console onorario della repubblica di Polonia in Ancona, una realtà che dal 2012 è divenuta un punto di riferimento per la popolazione polacca residente sul territorio regionale e nello stesso tempo garantisce un sostegno per la promozione commerciale, economica, imprenditoriale e culturale dei beni e servizi prodotti nelle Marche.

A Recanati, di fronte alla chiesa di San Vito, la lapide in memoria di Ceccaroni
A Recanati, di fronte alla chiesa di San Vito, la lapide in memoria di Ceccaroni

Le celebrazioni della giornata – promosse dall’Associazione nazionale invalidi e mutilati di guerra di Recanati, insieme all’Istituto comprensivo «N.Badaloni», alle associazioni Vittime civili di guerra, Nastro Azzurro, all’Università di istruzione permanente, all’Anpi Recanati, con il patrocinio, ovviamente, del Comune leopardiano – avranno inizio all’Aula Magna del Palazzo municipale alle ore 9.45 con il saluto del sindaco Francesco Fiordomo e l’introduzione del presidente del Consiglio comunale e dell’Amnig Massimiliano Grufi, la relazione della docente Paola Magnarelli sul tema «I giovani e la guerra» e la testimonianza preziosa dei familiari di Mario Alessandro Ceccaroni, il Maggiore dell’Artiglieria Alpina Iiulia e Medaglia d’Oro alla Memoria, a cui è intitolato il locale gruppo di Recanati dell’Associazione nazionale Alpini. Ad arricchire l’evento del mattino, anche il trekking storico dei ragazzi della scuola Media di S.Vito tra le lapidi delle due guerre, intitolato «Quattro passi nella storia della Seconda guerra mondiale».

Nel pomeriggio le celebrazioni proseguono presso l’ex-granaio di Villa Colloredo Mels alle ore 17, con la rappresentazione teatrale di e con Andrea Caimmi «Korpus Polski» alla presenza del Console Gorajski. L’opera che andrà in scena è vincitrice del Premio Franco Enriquez 2013 per un teatro di impegno civile e sociale, ed è incentrata sulle vicende del II Corpo d’Armata polacco, un esercito di ben 46mila uomini la cui percentuale di ufficiali risulta insolitamente bassa, agli ordini del generale Anders. La rappresentazione sarà accompagnata dalle musiche di Adriano Taborro e Andrea Del Signore.

Infine, nel pomeriggio di venerdì 3 giugno, alle ore 18 presso la libreria Passepartout, è previsto «Verso la Costituzione italiana», uno spazio culturale in cui i genitori leggeranno Mario Lodi, con interventi musicali di Marco Sonaglia. L’evento è ideato in collaborazione con l’associazione ArsLive – Accademia dei Cantautori.

Loc2giugno2016

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments