Il ministro Giuliano Poletti in visita a Recanati il 13 giugno

Atteso in mattinata per il convegno presso l'Aula Magna del Comune in occasione dei festeggiamenti per il cinquantesimo dell'autonomia dell'Istituto Tecnico Industriale «Enrico Mattei»

Dopo il rinvio per impegni improrogabili legati alle priorità del Governo, la data è stata finalmente ufficializzata: il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Giuliano Poletti sarà in visita a Recanati lunedì 13 giugno. L’occasione, fortemente voluta dal sindaco Francesco Fiordomo, è quella dei festeggiamenti per il cinquantesimo dell’autonomia dell’Istituto Tecnico Industriale «Enrico Mattei».

Il Ministro è atteso in mattinata per partecipare al convegno in programma, alle 10, all’Aula Magna del Comune leopardiano sul mezzo secolo di storia della realtà recanatese dal titolo «Saperi Locali, Intelligenze Globali – 50 anni di ITIS: laboratorio di talenti per l’impresa e la crescita della comunità». All’incontro sarà presente anche il governatore delle Marche Luca Ceriscioli.

473b76_a29d5668f24a40f4bfbacf8516f6f7da

Successivamente, Poletti visiterà l’Istituto incontrandosi con studenti, docenti e personale amministrativo presso la sala multimediale di recente intitolata a Franco Foschi; quindi, si recherà a Castelnuovo, presso l’azienda Castagnari, per conoscere la bottega artigianale dell’organetto, una bottega familiare che realizza pregiati strumenti musicali da cento anni.

A seguire, il Ministro è atteso presso la IGuzzini per un pranzo con gli industriali del territorio e la visita agli stabilimenti della nota azienda recanatese leader mondiale nel settore dell’illuminotecnica, per consentirgli la visione di uno spaccato di una realtà vivace e innovativa che ha saputo creare nel tempo un legame profondo con il mondo della scuola.

«I cinquant’anni di vita del nostro Itis, la sua capacità di essere sempre al passo con i tempi, di aprirsi al territorio, di legarsi con l’esperienza dell’Its al nautico di Ancona e al mobiliero del pesarese – afferma Fiordomo – sono un esempio di scuola che educa e forma. Nel nostro territorio si sono scritte pagine di buona scuola prima che arrivasse l’attenzione e l’impegno del Governo dopo troppi anni di delusioni e di segni meno. Avere il Ministro del Lavoro nella città di Giacomo Brodolini sarà un’emozione particolare».

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments