di Costantino Carlini*

L’associazione Avulss di Montecassiano è attiva nel territorio comunale già da tre anni, attraverso servizi e iniziative in ambito socio-sanitario. Tra i tanti servizi c’è quello svolto presso la casa di riposo, accanto alle persone anziane: i volontari coinvolgono gli ospiti in momenti di animazione, li accompagnano per brevi passeggiate con le carrozzine o semplicemente fanno loro compagnia.

A causa della ristrutturazione della sede storica, la scuola primaria “Via Carducci” dallo scorso settembre è ospite nei locali dell’ex ospedale di Montecassiano. Nei pressi dell’ospedale si trova la casa di riposo. L’attenzione al territorio che li accoglieva, ha suggerito alle insegnanti la possibilità di una collaborazione con l’Avvuls. È stato quindi naturale sostenere il progetto Regaliamo un sorriso (leggi l’articolo), nato dalla fantasia e dalla creatività dei bambini e delle docenti: canzoni, interviste, favole e poesie, regali e disegni.

Il progetto è stato accolto con entusiasmo: ogni mercoledì a partire dal mese di novembre, con cadenza quindicinale, tutte le classi hanno fatto visita agli anziani. Ogni visita della classe, sotto la guida dell’insegnante, è stata caratterizzata da un tema: “memorie dei nonni”, “insieme per un sorriso”, “giornata della memoria”, “maschere di carnevale”, “recita di proverbi popolari dei nonni” (in dialetto e in italiano!), “canzoni e filastrocche” e “un fiore per te”.

Durante ciascun incontro, superati i primi momenti di imbarazzo, si è sempre creato un clima cordiale e rilassato: i bambini si sono avvicinati agli anziani con un sorriso o una carezza, e si sono mostrati curiosi di conoscere la storia di ciascuno, l’età, il lavoro che facevano. Commovente è stata la reazione di alcuni ospiti che, pur non riuscendo a muoversi e ad esprimersi chiaramente, hanno manifestato la loro gioia con sorrisi e lacrime, soprattutto nel momento in cui i bambini hanno donato i lavoretti preparati in classe insieme alle insegnanti. Al termine di ogni visita non sono mai mancati caramelle e dolci per tutti, anche per chi solitamente deve rinunciarci: per una volta il personale sanitario, normalmente severo, ha chiuso un occhio. E tutti chiedevano quando sarebbero ritornati.

È stata indubbiamente un’esperienza importante per gli anziani e anche molto formativa per i ragazzi: tornando a casa, il raccontare in famiglia l’esperienza vissuta li avrà fatti riflettere sulla preziosa presenza dei propri nonni, importante e insostituibile.

L’esperienza è stata preziosa anche per noi volontari, sia per le emozioni vissute, sia per la consapevolezza di aver contribuito ad interrompere la monotonia delle giornate degli ospiti della casa di riposo.

Sentiamo il dovere di ringraziare sentitamente tutto il personale scolastico e quello sanitario per l’impegno profuso, con l’auspicio che il progetto possa essere ripetuto anche il prossimo anno. Grazie a tutti i bambini della scuola “Via Carducci” da parte della sezione Avulss di Montecassiano!

*presidente Avulss sezione di Montecassiano

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments