Cinquant’anni fa nasceva la Sezione Tennis dell’Unione Sportiva Tolentino, già all’epoca affiliata alla Federazione Italiana Tennis, e ancora oggi attiva come Associazione Tennis Tolentino. Mezzo secolo fa, quando ai vertici dell’Associazione c’era Valerio Ceccarani, chi voleva impugnare la racchetta – rigorosamente in legno – poteva farlo solo sul campo di terra rossa in via Boccalini, mentre oggi sono disponibili ben tre impianti in via Santini e non è finita qua: il consiglio direttivo, con l’attuale presidente Roberto Lucentini, guarda più che mai al futuro, con l’obiettivo di poter quanto prima avere, quanto prima, una nuova dislocazione più ampia e funzionale alle esigenze attuali.

«Anche quest’anno abbiamo abbondantemente superato la soglia dei 200 soci iscritti – ricorda Lucentini – e a livello agonistico abbiamo l’opportunità di poter schierare ben undici squadre a partire dall’under 14 fino agli over 45. D’altronde, il nostro impegno quotidiano è quello di rendere il circolo tennis più che mai competitivo e vivo sotto ogni punto di vista».

Per ben 36 anni consecutivi, dal 1978 fino al 2014, nella seconda metà di giugno si è svolto il torneo Città di Tolentino e l’auspicio del presidente è quello di poter riportare in auge questa iniziativa, «magari in uno scenario diverso e più consono alle aspettative di tutti coloro che, giorno dopo giorno, con immensa passione e dedizione, frequentano assiduamente i nostri campi».

Per festeggiare il proprio “compleanno”, l’Associazione Tennis Tolentino ha organizzato una serata evento che si terrà sabato 11 giugno al Parco Hotel di Pollenza, nel corso della quale verranno premiati anche tutti i vincitori dell’ultimo torneo sociale e i partecipanti alla scuola tennis.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments