Torna il prossimo sabato pomeriggio, 18 giugno, in piazza della Libertà la Giornata del laureato, organizzata da 13 anni dall’Università di Macerata e dall’Alam per riunire e festeggiare tre generazioni di laureati: quelli che hanno già raggiunto i 25 e i 50 anni dalla laurea e i laureati cum laude del 2015 e del 2016. Sarà una festa di talenti, all’insegna, quest’anno, del ricordo di due importanti personalità che sono venute a mancare nel 2015: la giornalista Maria Grazia Capulli e l’avvocato Massimo Olivelli, entrambi laureati Unimc, entrambi grandi professionisti, che saranno premiati in memoriam. Il programma è stato presentato dal rettore Luigi Lacchè, dalla presidente dell’Associazione laureati ateneo maceratese – Alam Daniela Gasparrini e dal direttore generale Mauro Giustozzi.

P1370599

Sono attesi oltre ottocento partecipanti, tra laureati e accompagnatori. I migliori dei giovani dottori con lode saranno chiamati sul palco in rappresentanza di tutti gli altri. Anche quest’anno l’Ateneo ha chiamato come testimonial di eccezione alcuni suoi laureati, che saranno premiati per i traguardi professionali raggiunti. Sarà l’occasione per conoscere casi di successo che possano indicare ai giovani le opportunità e le strade percorribili quando si coltivano talento e formazione.

Il premio “Laureato dell’anno” sarà conferito al quirinalista del Corriere della Sera Marzio Breda, laureato in scienze politiche a Unimc. Sarà premiata in memoriam la giornalista Rai Maria Grazia Capulli, laureata con lode in lettere classiche nel 1984 a Unimc, conduttrice delle edizioni principali del Tg2 e ideatrice della rubrica “Tutto il bello che c’è” insieme a Silvia Vaccarezza. Il premio “Oscar Olivelli”, istituito dall’Alam, andrà alla memoria di Massimo Olivelli: laureato in giurisprudenza, avvocato esperto in campo bancario, è rimasto sempre accanto all’Ateneo sia come presidente del Cus sia come socio fondatore dell’Alam.

image001Per la seconda volta saranno assegnati anche i premi speciali “Alumni” destinati a professionisti che hanno saputo coniugare impegno, perseveranza, creatività e spirito di innovazione: Marisa Biagiola, direttrice marketing di NSC, azienda italiana leader nel settore petrolifero per la fornitura di servizi specialistici; lo scrittore italo-argentino Adrián N. Bravi; il sindaco di Macerata Romano Carancini; l’insegnante “tecnologico” Paolo Cutini premiato nel 2015 come insegnante dell’anno dall’Associazione Nazionale Dirigenti e Alte Professionalità della Scuola; la poetessa Colomba Di Pasquale; il Developer Relations Program Manager di Google Alfredo Morresi; Giulia Morresi, Retail Trainer di Kiko, il marchio di make-up del Gruppo Percassi; Serena Sileoni, vicedirettore dell’istituto Bruno Leoni, il think tank dedicato alla diffusione delle idee autenticamente liberali e di libero mercato, classificato tra i primi 100 al mondo; Marina Timoteo, direttrice del consorzio interuniversitario AlmaLaurea.

L’Ateneo ha deciso di festeggiare anche il successo riscosso dal film made in Marche “Come saltano i pesci”. A ritirare il premio “Evento dell’Anno” saranno il regista Alessandro Valori, l’attore protagonista Simone Riccioni e il produttore Mario Tordini.

A ogni partecipante sarà consegnato un tocco accademico, il tradizionale copricapo dei laureati. Al termine dell’evento, i cappelli saranno lanciati in aria come momento culminante e gesto collettivo della manifestazione.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments