Un Comune «virtuoso» per la salvaguardia del territorio

Il sindaco Osvaldo Messi presente alla riunione dell'Associazione promossa alla Reggia Ducale di Colorno, a Parma

Per la prima volta anche il Comune di Appignano ha partecipato alla riunione annuale dell’Associazione dei Comuni virtuosi, organizzata presso la meravigliosa scenografia offerta dalla Reggia Ducale di Colorno, a Parma.

Comune virtuoso dal 2015, Appignano è stato rappresentato in Emilia dal sindaco Osvaldo Messi e dall’assessore alla Cultura Vittoria Trotta. «L’adesione a questa Associazione, in realtà – si legge in una nota dell’Amministrazione -, fa parte di un percorso che parte da lontano, da una vocazione del territorio ad un’accoglienza di qualità, da un’agricoltura sempre più sostenibile».

COMUNI VIRTUOSI2

Tra gli obiettivi del Comune di Appignano, infatti, vi sono l’attenzione alla gestione del territorio, alla protezione delle attività rurali, alla diffusione dei prodotti agroalimentari Dop (come avviene nel corso della manifestazione Leguminaria ma non solo). Inoltre, il territorio è orgogliosamente insignito della Bandiera Verde per l’agricoltura. «L’Ente si è quindi trovato a condividere tutte le finalità contenute nello statuto dell’Associazione Comuni Virtuosi – continua la nota -, compreso l’impegno specifico che detta ogni anno agli associati. E, in questa occasione, si tratta di porre l’attenzione nei confronti del problema amianto dei Comuni, per iniziare a parlare di una mappatura e di eventuali interventi».

COMUNI VIRTUOSI

In contemporanea allo svolgimento della riunione dei Comuni virtuosi, alcuni stand con prodotti enogastronomici provenienti da tutta Italia hanno mostrato ai turisti le bellezze delle città e dei paesi aderenti all’Associazione: anche in questo caso Appignano è stato protagonista grazie al lavoro dell’associazione culturale Appcreativa (presieduta da Fabio Tavoloni) con la presenza di ceramiche e legumi del territorio.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments