Si terrà mercoledì 29 giugno, alle ore 21.15 nella Cattedrale San Giuliano di Macerata il concerto «Maria, Madre di Misericordia», animato dalla Cappella Musicale della Cattedrale di Macerata diretta da Carlo Paniccià e organizzato in occasione del «12th Symposium for the Chinese Catholic Young Scholars in Europe», in programma dal 28 al 30 giugno 2016 a Macerata.

Il concerto proporrà l’esecuzione moderna del «Llibre vermell de Montserrat», un codice manoscritto importantissimo copiato verso la fine del XIV secolo, contenente una collezione di canti medievali su testi mariani. L’esibizione della Cappella Musicale sarà motivo anche di riflessione in musica per il Giubileo della Misericordia.

«Nessuno come Maria ha conosciuto la profondità del mistero di Dio fatto uomo. Tutto nella sua vita è stato plasmato dalla presenza della misericordia fatta carne. La Madre del Crocifisso Risorto è entrata nel santuario della misericordia divina perché ha partecipato intimamente al mistero del suo amore», si legge nella Misericordiae Vultus.

Il monastero di Montserrat, vicino Barcellona
Il monastero di Montserrat, vicino Barcellona

Il nome «Llibre vermell de Montserrat» significa, letteralmente, «libro rosso di Montserrat» a causa del colore delle copertine con cui fu rilegato nel XIX secolo. Il manoscritto è conservato presso il monastero benedettino di Montserrat, sito vicino a Barcellona, dove si venera la Madre di Dio di Montserrat (in catalano, «la Mare de Déu de Montserrat») detta anche la Vergine “Moreneta” in quanto nella Basilica è presente una scultura lignea romanica del XII secolo che raffigura la Madonna col bambino rappresentata con il volto di carnagione scura.

La lingua dei canti sono diverse: catalano, occitano e latino. Si legge che potevano essere intonati e danzati solo quei canti devoti e rispettosi, come i dieci in esso conservati nel “Llibre», e che si vietavano espressioni sconvenienti durante l’andata, la sosta e il ritorno dalla Basilica-monastero della Vergine Moreneta de Montserrat. I musicologi ritengono che i canti siano anteriori al XIV secolo.

Per questa occasione, la Cappella Musicale sarà accompagnata dall’ensemble strumentale composto da Mauro Navarri al violino, Paola Del Bianco alla viola e Marco Romanelli alle percussioni. La voce recitante sarà di Rosaria Del Balzo Ruiti.

20160629-manifesto-70x100

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments