Il grande spettacolo pirotecnico in piazza Giacomo Leopardi ha chiuso ufficialmente I Giorni del giovane favoloso, la tre giorni di festa promossa dal 1° al 3 luglio per il compleanno del poeta (Qui i servizi di presentazione dell’evento). Tantissime le presenze per i fuochi d’artificio a ritmo di musica e con l’inno di Mameli suonato dalle bande di Recanati, Castelferretti, Loreto e Castel del Piano.

98185316-30cd-432e-b225-2f9148a0d55e

Dell’iniziativa (sfoglia la Fotogallery  a cura di Alessandro Carlorosi) fortemente sostenuta dall’Amministrazione comunale e “penalizzata”, il 2 luglio, dalla concomitanza con la partita giocata dalla Nazionale italiana, resteranno comunque indelebili anche lo spettacolo di videomapping, a cura di Luca Agnani, con l’animazione 3d sulla facciata del palazzo municipale dedicata al genio recanatese.

Grandi ospiti quali Iaia Forte, Monica Guerritore, Peppe Servillo e Marina Massironi, negli spettacoli Sere all’Infinito curati dall’Amat, si sono poi esibiti sul Colle reso celebre dal famoso componimento e particolarmente apprezzata è stata anche la novità degli Aperitivi d’autore nella storica cornice di Palazzo Venieri con Vito Mancuso, Mauro Mazza, Alberto Sironi e Massimo Polidoro.

5e1368c4-359a-421d-9375-7c8692ffdd13
Vito Mancuso all’Aperitivo d’autore che, venerdì 1° luglio, ha inaugurato gli appuntamenti a Palazzo Venieri

Buone le presenze agli spettacoli per i più piccoli, da quello di circo e scienza al teatrino degli Ircer alle marionette passando per il teatrino delle ombre. Dopo il gran ballo dell’‘800, andato in scena sabato sera, gli allestimenti a tema, come quelli realizzati dal Comitato di Porta Marina, con le rievocazioni storiche e i costumi d’epoca, la casa del contadino, la barbieria, gli attrezzi, il cibo e le magiche atmosfere riprodotte di via Falleroni, via Roma e Corso Persiani, hanno reso davvero unica l’esperienza dell’atmosfera ottocentesca ricreata in città.

a98102f7-bbbd-4d1c-a486-34565e9196a2

13581940_549753971864185_350914661050978667_o

L’ospitalità e le pietanze di Montemorello, il Concerto Musicale «B. Gigli» con l’omaggio alla famiglia Leopardi, il concerto nella Cattedrale di San Flaviano della Schola Cantorum «Virgo Lauretana», l’inaugurazione della mostra delle opere di Ceccaroni a Villa Colloredo Mels e «Segni per Leopardi» di Paolo Gubinelli a Casa Leopardi: diversi gli eventi da annoverare che hanno contribuito a rendere la città viva e aperta all’accoglienza.

Come previsto, protagonista in questa settimana è tornata ad essere la Torre del Borgo, da poco riaperta al pubblico e visitata in questi giorni da turisti e cittadini curiosi, saliti fino in cima alla merlatura per godere della sensazionale vista che spazia dai Sibillini all’Adriatico.

13439221_10210146816972990_8960083844800372855_n
(foto Simone Regini)

Alla realizzazione delle giornate, sotto il coordinamento di Antonio Perticarini, hanno collaborato: i Comitati di via Roma, Porta Marina, via Falleroni, Montemorello, corso Persiani, Cavour e Calcagni; Associazione AloDoAloMe del Centro Missionario dei Frati Cappuccini, CoopAgri e Associazione Riviera del Conero e dei Colli dell’Infinito.

Foto di gruppo per i visitatori della Torre del Borgo
Foto di gruppo per i visitatori della Torre del Borgo

ad960db2-a5da-4a50-badc-d9c1419114dc

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments