Inaugurata la nuova Hall del Redemptoris Mater

Il 26 giugno scorso è stata inaugurata la nuova Hall del seminario diocesano missionario Redemptoris Mater di Macerata. All’evento hanno preso parte circa 500 persone. Erano presenti il nostro vescovo monsignor Nazzareno Marconi, l’arcivescovo di Fermo, monsignor Luigi Conti, il sindaco di Macerata Romano Carancini, l’iniziatore del Cammino Neocatecumenale, nonché consulente artistico del seminario, Kiko Arguello e l’architetto Mattia Del Prete insieme agli itineranti attualmente in missione in tutte le parti del mondo e altre autorità. Importante è stata anche la presenza dei fratelli della Chiesa Ortodossa.

 

IMG_3988«Vorremmo fare di questo seminario di Macerata un modello di tutti i seminari Redemptoris Mater che sono presenti nel mondo, sia nella struttura, che nello spirito con cui si vive in questa comunità», cosi ha detto l’iniziatore del Cammino, Kiko Arguello nel discorso che ha pronunciato nella cappella dedicata alla Vergine Maria. Lo stesso Kiko ha continuato parlando dell’importanza di ritornare ai canoni iniziali della pittura bizantina, dove troviamo un ribaltamento della prospettiva, in cui il punto focale coincide con lo spettatore stesso, in questo modo dunque possiamo sentirci partecipi del messaggio di salvezza che queste icone vogliono comunicare.

«Quello che stiamo cercando di fare – ha specificato Kiko, insieme all’equipe di artisti itineranti presente – è di stabilire un ponte con la pittura bizantina che è teologico-sacramentale, perché siamo passati, in Occidente, ad uno stile devozionistico – sentimentale. C’è bisogno quindi di ristabilire quello che è il canone bizantino, risanare la rottura che l’arte ha vissuto dal XV secolo in poi».

IMG_4090Il Rettore del Redemptoris Mater maceratese, Don Mario Malloni, ha proclamato il vangelo di Marco “Andate in tutto il mondo e proclamate il Vangelo ad ogni creatura” (16,15-20), mentre monsignor Nazzareno Marconi nell’omelia ha sottolineato l’importanza della missione nella Chiesa e i vari frutti che Dio, attraverso il Seminario, ha portato alla diocesi di Macerata.

Al termine si è proseguito con la benedizione dell’icona della Trinità e della nuova sala. Tutto si è concluso con un fraterno convito dove i presenti hanno continuato a ricordare gli infiniti miracoli che il Signore ha compiuto in questa Diocesi.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments