Minimo Teatro: in esposizione l’ingegneria umanistica

L'appuntamento è per domani, martedì 5 luglio, al ristorante Villa Cerro a Grottaccia di Cingoli: prenotazione obbligatoria

Il Minimo Teatro diretto da Maurizio Boldrini rende noto il programma dell’Esposizione dell’Ingegneria Umanistica, che si svolgerà domani, 5 luglio, dalle ore 18 alle ore 24 presso Villa del Cerro, il ristorante a Grottaccia di Cingoli. Ecco le iniziative programmate, ospiti ed orari.

Si apre con Momento su tutto il nulla – Arte Lettura da Carmelo Bene. Poi, Progettazione di un grido film d’animazione di Giuseppe Teobaldelli Teo de Baldus Maceratensis. Di seguito, Reperti e persone in esposizione – mostra-colloquio con: Silvio Craia, Mauro Mazziero, Felice e Mariano Prosperi, Giuseppe Teobaldelli Teo de Baldus Maceratensis, Emilio Villa. Alle 19.30, Enciclopedia per l’attore finito fotografie di Silvia Castellani e Marco Di Cosmo; Note appese sul filo della memoria mostra-audizione dall’archivio Minimo Teatro. Alle 20, l’apertura del buffet.

Dopocena Via Carmelo Bene – dal monologo alla drammaturgia scalare, documentazione scenica dal vivo della Classe dell’Ingegneria Umanistica, in scena Carla Camilloni, Giorgio Maria Cornelio, Jennifer De Filippi, Valentina Lauducci, Serenella Marano, Fabio Monteverde, Elisabetta Moriconi, Michele Palmieri, Luca Rossi, Luisa Sanità, Lorenzo Vecchioni, David John Watkins, regia Maurizio Boldrini. Quindi, Postfazione poetica con Guido Garufi, Demis Sobrini, Giampaolo Vincenzi. Alle 23.45, Diffusioni nel giardino in fiore: Stanza Ricordanze, audizione registrata da testi di Cesare Pavese, Giacomo Leopardi, Giovanni Prosperi, voce cantante Lucio Matricardi, voce recitante Maurizio Boldrini, musiche di Leo Ferré, Mauro Luciani, Lucio Matricardi, Mauro Navarri; Florida para Siempre audizione registrata della composizione di Héctor Ulises Passarella, voice Cinzia Zabala, narrator Marisol Passarella, bandoneon Héctor Ulises e Roberto Passarella.

L’esposizione avviene dopo undici anni dall’esordio romano dell’Ingegneria Umanistica ed è occasione per testimoniare al pubblico che interverrà lo “stato dei lavori” di una disciplina che, dal teatro, ha sconfinato in molteplici ambiti operativi. Nello specifico del linguaggio teatrale, la Scuola di dizione Lettura e Recitazione si è applicata per l’intero anno di corso 2015-16 allo studio delle dinamiche di Carmelo Bene, e sarà quindi interessante verificare come le sue indicazioni sono state tradotte, sviluppate e combinate. Le prenotazioni sono obbligatorie al numero 333 5442111.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments