La parrocchia delle Vergini in festa per la Madonna del Carmine

Tutto è pronto per la tradizionale festa, nonostante “l'assenza” dei carmelitani

È nel segno della continuità e della tradizione che, tra mercoledì 13 luglio e domenica 17, si svolgerà, presso la chiesa delle Vergini di Macerata, la Festa della Madonna del Carmine.

L’abbandono dei frati carmelitani a causa della carenza di vocazioni e il conseguente avvento della gestione diocesana non hanno cancellato quella che è una delle due principali festività della parrocchia, accanto alla Festa della Madonna delle Vergini. Andrés Cruz, primo parroco diocesano della comunità dopo 450 anni, auspica lo stesso coinvolgimento degli anni passati ed è convinto della Grazia che potranno sperimentare i partecipanti, perché «la Madonna non si sposta, ha la stessa cura per i figli».

Il sacerdote ha ammesso le difficoltà incontrate al primo impatto con la realtà delle Vergini, nel tentativo di far breccia «nell’animo delle persone», abituate da tempo ad un diverso tipo di sensibilità religiosa. «All’inizio abbiamo fatto fatica tutti, io e i fedeli; questo è il primo anno di conoscenza reciproca. D’altra parte, presto, mi sono sentito accolto dai miei parrocchiani e per me è stato naturale contraccambiare». Al momento in parrocchia risiedono lo stesso Cruz e i cappellani dell’ospedale di Macerata, che trascorrono lì la notte.

Il programma della festa consiste in un Triduo di preparazione, con Adorazioni, preghiere, incontri e funzioni che avranno luogo a partire dalle ore 18.15; il clou sarà sabato 16 luglio, con le Sante Messe, la Supplica alla Madonna del Carmine e la Processione con le confraternite. Non mancheranno offerte di svago e ristoro, grazie a musica dal vivo e stand gastronomici presenti tutte le sere della manifestazione.

Festa del Carmine

 

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments