«Laudato si’, mi’ Signore, cantava san Francesco d’Assisi. In questo bel cantico ci ricordava che la nostra casa comune è anche come una sorella, con la quale condividiamo l’esistenza, e come una madre bella che ci accoglie tra le sue braccia. […] Questa sorella protesta per il male che le provochiamo, a causa dell’uso irresponsabile e dell’abuso dei beni che Dio ha posto in lei. Siamo cresciuti pensando che eravamo suoi proprietari e dominatori, autorizzati a saccheggiarla. La violenza che c’è nel cuore umano ferito dal peccato si manifesta anche nei sintomi di malattia che avvertiamo nel suolo, nell’acqua, nell’aria e negli esseri viventi. […] Non possiamo però ignorare che anche al di fuori della Chiesa Cattolica, altre Chiese e Comunità cristiane – come pure altre religioni – hanno sviluppato una profonda preoccupazione e una preziosa riflessione su questi temi che stanno a cuore a tutti noi. […] La sfida urgente di proteggere la nostra casa comune comprende la preoccupazione di unire tutta la famiglia umana nella ricerca di uno sviluppo sostenibile e integrale, poiché sappiamo che le cose possono cambiare […]. Il Creatore non ci abbandona, non fa mai marcia indietro nel suo progetto di amore, non si pente di averci creato. L’umanità ha ancora la capacità di collaborare per costruire la nostra casa comune. Desidero esprimere riconoscenza, incoraggiare e ringraziare tutti coloro che, nei più svariati settori dell’attività umana, stanno lavorando per garantire la protezione della casa che condividiamo». (Papa Francesco – Laudato Sii, prendersi cura della casa comune)

ekoclubinternationalL’associazione di protezione ambientale e civile Ekoclub Marche, operante nel nostro territorio ormai da una ventina d’anni, è nata proprio con lo scopo di difendere la natura e l’uomo. 

Nella provincia di Macerata  sono presenti due sedi: quella storica di Belforte del Chienti e quella di Villa Potenza, inaugurata lo scorso anno dopo un progetto di recupero e riqualificazione di una vecchia scuola materna.   

Oltre alla partecipazione alle attività di Protezione Civile e tutela ambientale, collaborando al piano antincendio boschivo e svolgendo il servizio dei NOS (Nuclei Operativi di Spegnimento) e alle attività educativo/pedagogiche di sensibilizzazione ambientale proposte in alcune scuole, l’associazione ha avviato nell’ultimo anno nuovi interessanti progetti con l’obbiettivo di accrescere l’interesse nei suoi confronti: fra i vari, citiamo quello relativo alla creazione di un Laboratorio di aggregazione e di animazione teatrale e quello che ha previsto lo svolgimento di un corso per Facilitatore di Mandala.

Un altro servizio che l’associazione svolge attualmente è quello di sorveglianza dei prati antistanti l’Abbazia di Fiastra, in modo da garantire la sicurezza e la quiete del parco. 

Le molte iniziative portate avanti dall’Ekoclub Marche testimoniano il fatto che nonostante questo sia un periodo storico caratterizzato da crisi economiche, guerre, problemi sociali ed ambientali, tante persone hanno ancora voglia di perseguire i valori sani di fratellanza, condivisione e rispetto del pianeta, e proprio per questo si sono messe a disposizione dell’associazione per migliorare il proprio territorio e la qualità della vita delle comunità locali. In questi venti anni di attività è stato fatto moltissimo, ma un’associazione di volontariato ha bisogno di risorse economiche ed umane sempre nuove per continuare ad operare, pertanto invitiamo tutta la cittadinanza (ed in particolar modo i giovani) a partecipare alle nostre attività di volontariato ambientale e civile

12295491_501694763333587_5687387743755704414_n

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments