Venti posti in via Gramsci per i residenti nel centro storico, nove in piazza Garibaldi fuori dai Cancelli (in alternativa a quelli di piazza Annessione che verrà pedonalizzata), venticinque posti in viale Trieste nello spazio antistante lo Sferisterio loro riservati dopo le 20 e mantenimento degli spazi residenti anche in via XX Settembre e via Domenico Ricci: sono alcune delle modifiche apportate al piano di mobilità del Comune #MacerataFacile, conseguenti alla campagna di ascolto e confronto con residenti, commercianti (Qui il video) e intera città avviata dall’Amministrazione comunale per mettere a punto un piano il più possibile condiviso.

Lo ha annunciato il sindaco Romano Carancini nel corso dell’assemblea pubblica svoltasi, ieri, martedì 12 luglio, in serata alla Terrazza dei Popoli.

Un confronto risultato utile e propositivo, trasmesso in diretta tv e in streaming web, attraverso cui tanti cittadini hanno potuto interloquire, anche via WhatsApp con il sindaco e la giunta sulle tematiche legate alla mobilità e alla sosta e sul nuovo piano che ruota intorno allacquisizione del ParkSì.

parksì_giardini_diaz-5-660x330
Il Park Sì ai Giardini Diaz

Nel progetto dell’Amministrazione comunale, infatti, questa struttura, attualmente sottoutilizzata e degradata, sarà il parcheggio a servizio del centro storico da mettere in rete con le altre strutture di sosta Sferisterio, Garibaldi, Tribunale, servite da circolari bus e aperte h24 a tariffe popolari. Ciò, a fronte della pedonalizzazione del centro storico con piazza della Libertà, piazza Oberdan, piazza Annessione e piazza Mazzini. Gli abbonamenti, con tariffe uguali per tutti i parcheggi, costeranno 18 euro il mensile (0,75 al giorno), 50 euro il trimestrale (0,69 al dì), 90 euro il semestrale (0,62 al dì) e 162 euro l’annuale (0,54 al dì).

«Abbiamo voluto intraprendere un percorso partecipato e non calare dall’alto le nostre soluzioni – ha detto Carancini durante il confronto con i cittadini. – Il progetto #MacerataFacile è frutto di una scelta ponderata. Abbiamo a lungo ragionato, riflettuto, studiato l’operazione anche sotto il profilo finanziario, prima di mettere a punto e presentare il nostro piano, su cui ci stiamo confrontando con la città. Lo abbiamo rimodulato, recependo bisogni, proposte e critiche emerse dall’utile incontro preliminare con i residenti e commercianti, a seguito del quale abbiamo rovesciato l’assunto di base del progetto che vedeva la politica della sosta per i residenti collegata all’acquisizione del ParkSì, per svincolarla ora completamente da questa struttura, che sarà comunque una opportunità in più per chi risiede nel centro».

Un momento dell'assemblea pubblica svoltasi a Macerata sul delicato tema della mobilità e dei parcheggi
Un momento dell’assemblea pubblica svoltasi a Macerata sul delicato tema della mobilità e dei parcheggi

I residenti avranno tre opzioni di permesso di sosta: 42 euro l’anno per sostare negli spazi gialli riservati in esclusiva nel centro storico, 82 euro per la sosta mista in spazi gialli e quelli blu lungo le mura (esclusa piazza V.Veneto), oppure 160 euro aggiungendo alle soluzioni precedenti la sosta nei parcheggi in struttura.

«Abbiamo voluto intraprendere un percorso partecipato e non calare dall’alto le nostre soluzioni. Il progetto #MacerataFacile è frutto di una scelta ponderata», ha dichiarato il sindaco Romano Carancini

Su fronte commercianti, l’apertura alla sosta a pagamento di piazza Vittorio Veneto, fornisce un’area di sosta breve nel cuore della città (orario 9-13 15-24) a 2 euro l’ora e 50 centesimi i primi 30 minuti. Non si pagheranno più le 2 euro di accesso al centro, potendo raggiungere la piazza da via Santa Maria della Porta. Anche per corso Cavour e corso Cairoli si favorisce la sosta breve, con i primi 30 minuti a 30 centesimi e 1,20 euro di tariffa oraria. Nella zona piazza Mazzini, saranno ricavati spazi per la sosta breve a ridosso della piazza, lato sinistro a scendere. Attenzione anche ai disabili, per i quali i posti riservati passeranno dagli attuali 64 a 85 e la cui dislocazione sarà concordata con le loro associazioni.

La Giunta durante l'incontro alla Terrazza dei Popoli
La Giunta durante l’incontro alla Terrazza dei Popoli

Il Primo cittadino ha parlato anche del crono-programma. Si vorrebbe portare il piano in Consiglio comunale a settembre. L’Apm, in circa un mese e mezzo dall’approvazione del piano, potrà mettere a regime quanto necessario per la gestione del parcheggio con la nuova tariffazione, lo spostamento del capolinea bus ai giardini Diaz e tutte le novità introdotte dal piano. Nel contempo, saranno avviate le gare per l’aggiudicazione delle opere di riqualificazione del ParkSì (illuminazione, impianto video sorveglianza, segnaletica e manutenzione straordinaria dell’impianto) e entro la primavera 2017 si prevede il completamento dei lavori, per partire ad ottobre con la nuova gestione APM.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments